L’idea di raccogliere tappi di sughero è un progetto tanto semplice quanto intelligente: per tante persone il tappo di sughero rappresenta soltanto uno scarto, qualcosa da buttare dopo una cena o un aperitivo, mentre in realtà può diventare un’ottima materia prima seconda, utile in molti campi di applicazione. 

Tantissime associazioni di volontariato da anni operano raccolte di tappi, più o meno con continuità, ma la scelta dei ragazzi della Terza Piuma è quella di fare un passo in più, orientando la raccolta dei tappi verso la finalità di assumere un collaboratore che si faccia carico del progetto. 

Ma scopriamo insieme esattamente di cosa si tratta e come possiamo partecipare alla raccolta. 

Cos’è la Terza Piuma e perché si occupa della raccolta dei tappi di sughero? 
La Terza Piuma è un’associazione che promuove progetti per favorire la creazione di un’economia circolare nel territorio di Bergamo: tutte le diverse attività che si svolgono nella sua sede, un negozio in via Divisione Tridentina 6/b, sono caratterizzate dal filo conduttore della sostenibilità sia ambientale che sociale. 
È così che negli anni sono nati il progetto di Dressing Piuma, l’atelier di sartoria creativa che utilizza tessuti di recupero, oppure l’adesione alla rete dell’Alveare che dice sì, diventando punto di raccolta per una spesa buona e a km0 o, ancora, gli incontri e i corsi per mamme e il servizio di pannolinoteca: insomma, una galassia di servizi e proposte tutti da scoprire. 

A questi progetti si è aggiunto da pochi mesi anche la raccolta dei tappi di sughero: in rete con l’Associazione Italiana Persone Down – AIPD e Legambiente, La Terza Piuma aderisce al progetto «Etico» promosso dall’azienda Amorim Cork di Conegliano, nel trevigiano, che si occupa proprio della produzione e distribuzione dei tappi di sughero. 
Raccogliere tappi di sughero per Alessandra, Lorenzo e Monica – i tre fondatori dell’associazione – significa dare il via a un progetto che ha valore non solo per l’ambiente, dato che così il sughero non viene sprecato e bruciato nelle discariche ma è recuperato, ma è sostenibile anche dal punto di vista sociale: tramite la cooperativa Impronte, infatti, hanno già inserito nella propria squadra uno dei ragazzi con disabilità assistito dalla cooperativa come volontario per aiutarli nella gestione del progetto, ma che – una volta raggiunto un importante volume di tappi raccolti – verrebbe inserito come dipendente con un suo stipendio e dandogli il giusto inquadramento come lavoratore per farsene carico interamente, rendendo così il progetto autosufficiente e socialmente utile. 

Terza Piuma tappisughero2

Cos’è il progetto «Etico»? Perché parliamo di economia circolare? 
Il sughero è un materiale che può essere riciclato con moltissimi fini, diventando materia prima seconda, ad esempio trasformato in granina per la bioedilizia. 
Innescare un circolo virtuoso a partire dai tappi di sughero è un’attività che porta benefici diffusi a un vasto tessuto sociale e produttivo: innanzitutto, si riduce l’impatto ambientale del processo produttivo del sughero, dato che riutilizzare ciò che già esiste si traduce in una minor richiesta della materia prima; questo significa evitare la deforestazione delle zone coltivate a querce da sughero. 
Il progetto «Etico» di Amorim Cork nasce proprio dalla consapevolezza dell’impatto ambientale che ha la produzione del sughero, ma va oltre le necessità strettamente ambientali dando vita a un progetto che ha importanti ricadute economiche e sociali. Coinvolgendo istituzioni, enti e associazioni onlus impegnati con il proprio personale nella raccolta sul territorio si raggiungono infatti importanti risultati: da un punto di vista economico, il ricavato della vendita rappresenta un importante sostegno alle attività degli enti coinvolti, diventando una forma di autofinanziamento. Dall’aspetto economico discende direttamente un valore sociale del progetto, poiché i soci e i volontari delle associazioni daranno vita a loro volta a nuovi progetti a supporto della collettività. 

Perché partecipare alla raccolta dei tappi dei ragazzi di La Terza Piuma? 
Partecipare alla raccolta dei tappi di sughero conviene davvero a tutti, per molti motivi: 
- ai cittadini, che possono fare un’azione in più per contribuire a salvaguardare il nostro ambiente da scarti e sprechi 
- ai ristoratori e ai baristi, che possono approfittare della raccolta dei tappi per liberarsi di qualche kilo di rifiuti indifferenziati sapendo che verranno utilizzati in una filiera virtuosa 
- per gli stessi soci della Terza Piuma, che potranno finanziare l’assunzione di una persona interamente dedicata al progetto 
- naturalmente, anche per l’intera comunità della provincia bergamasca, che beneficerà sia della riduzione dei rifiuti ottenendo un ambiente sempre più pulito, sia dell’inserimento lavorativo di una persona fragile 

Per partecipare basta davvero poco: conserva i tappi di sughero che stappi, di qualsiasi foggia siano, e portali negli orari di apertura al negozio de La Terza Piuma in via Divisione Tridentina 6/b, dalle 09.30 alle 13.00 la mattina e dalle 15.30 alle 19.00 il pomeriggio: se vorrai sapere di più sui progetti dell’associazione, devi solo chiedere! 

A cura di Chiara Buratti
Salute in vetrina 
CONTENUTO ESCLUSIVO PER LA PUBBLICAZIONE WEB

Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Scegli "Chiudi" per accettare e proseguire