Dalle tradizioni più folkloristiche della città di Bergamo, il «Rasgàment de la Ègia» arriva da Domitys Quarto Verde, la prima struttura in Italia nel cuore di Bergamo interamente dedicata agli “over” attivi, con la mostra “Mezza Quaresima. Il Carnevale Bergamasco tra Arte e Tradizione, ieri e oggi” a cura della Scuola d’Arte A. Fantoni e visitabile gratuitamente dal 9 al 31 maggio nella Hall della struttura.

Conosciuta come la rappresentazione di tutte le negatività dell’anno passato, la Égia è un fantoccio raffigurante una brutta e vecchia signora che viene simbolicamente condannata al rogo come segno di esorcismo contro il male e di rinnovamento per una rinascita comune. Da oltre cinquant’anni, sono gli allievi della Scuola d’Arte Andrea Fantoni di Bergamo a ideare la Égia in collaborazione con l’associazione culturale Ducato di Piazza Pontida, che ogni anno sceglie il tema. Per il 2022, i 26 allievi della 2A si sono cimentati con il tema del Covid, ma anche e soprattutto sul rapporto tra generazioni, confrontandosi e dialogando con i residenti di Domitys Quarto Verde in occasione di tre incontri tra febbraio e marzo scorsi: una logica di quartiere e condivisione che vede proprio nei momenti di incontro e di scambio generazionale le occasioni migliori per fare comunità.

Proprio da questi incontri sono nati i bozzetti della Égia che saranno esposti nella hall di Domitys Quarto Verde nella mostra “Mezza Quaresima. Il Carnevale Bergamasco tra Arte e Tradizione, ieri e oggi”.

«Si trattava - spiega la professoressa della scuola d’Arte Andrea Fantoni Alessandra Burini - di un argomento complesso che ha coinvolto direttamente molti di noi e che a scuola abbiamo più volte trattato con i nostri studenti, aiutandoli nella rielaborazione. Questa volta però il lavoro ci ha invitato a pensare che la Égia (in questo caso il Covid) era destinata a bruciare e che il fuoco avrebbe portato movimento, che da quel fuoco qualcosa sarebbe rinato sia a livello emotivo che psicologico. Proprio questa differente interpretazione ci ha convinti».

Non solo: in occasione dell’inaugurazione, lunedì 9 maggio, alle ore 17.00, la struttura ospiterà la conferenza a cura del Ducato di Piazza Pontida dal titolo "Mezza Quaresima. Origine e storia del carnevale bergamasco": tra approfondimenti sul rasgament, notizie sulla sfilata dei carri e la storia di Bergamo come capitale delle maschere, guidati dagli interventi di Enrico Nicoli, l’artista bergamasco Franz Cancelli e Giusi Bonacina del Ducato di Piazza Pontida, l’appuntamento sarà occasione per scoprire la storia della Sfilata di Mezza Quaresima e del carnevale bergamasco, ormai entrato a far parte a pieno diritto di Carnevalia – l’associazione nazionale che raduna i carnevali storici di tutta Italia.

«Da sempre promuoviamo l’arte come occasione di arricchimento personale e preziosa opportunità di scambio, di scoperta e di apertura, e ci impegniamo ogni giorno ad alimentare il nostro già profondo legame con il territorio e con i cittadini di ogni età. Per questo siamo tanto felici della collaborazione avviata con la Scuola d’Arte Andrea Fantoni e il Ducato di Piazza Pontida ed entusiasti di ospitare tra le nostre mura un pezzetto della storia della città» commenta Orietta Coppi, direttrice di Domitys Quarto Verde.

I visitatori possono accedere a Domitys Quarto Verde dal lunedì al sabato, dalle 8.00 alle 20.00. L’ingresso è libero e gratuito, ma lo staff si riserva di contingentare gli ingressi per evitare assembramenti e garantire il pieno rispetto delle disposizioni sanitarie. Per accedere alla struttura è necessario indossare la mascherina chirurgica.


Ufficio stampa
Heritage House

Vedi l'archivio storico delle news qui

News recenti

Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Scegli "Chiudi" per accettare e proseguire