Si è diffuso esponenzialmente durante il periodo del Covid, ma anche adesso rappresenta in molti casi un’alternativa per allenarsi, soprattutto se non si ha la disponibilità e il tempo per frequentare una palestra. Parliamo dell’allenamento on line con personal trainer. Ma quali sono i pro e quali i contro? Lo abbiamo chiesto a Silvia Allemano, chinesiologa sportiva e personal trainer.

Iniziamo dai vantaggi di scegliere un allenamento on line con un personal trainer o un professionista…

Esistono molte figure diverse tra loro e specializzate in diversi ambiti dell’allenamento, dallo yoga, all’allenamento della forza alla preparazione atletica per un determinato sport. Uno dei primi punti a favore è che è possibile affidarsi al professionista che più soddisfa le proprie esigenze, scegliendo tra un numero di personal trainer molto superiore a quello a disposizione nella palestra o centro sportivo di fiducia. Già questo fa capire quanto ciò renda questo servizio adatto a tutti, sia per l’atleta sia per il principiante, ma anche per gli sportivi più giovani. Un altro punto a favore è che è possibile allenarsi anche comodamente da casa, tra una riunione e l’altra dal lavoro o la mattina prima di iniziare, senza perdere tempo per gli spostamenti. Ulteriore vantaggio dell’allenamento online è la disponibilità: il fatto di avere un coach sempre a disposizione aumenta la motivazione. Attraverso le piattaforme e applicazioni di videochiamata è infatti possibile allenarsi in ogni momento e in ogni luogo, a casa, al parco e anche in vacanza. Sempre parlando di motivazione questa è sicuramente mantenuta alta dal fatto di essere seguiti e controllati da un occhio esperto, cosa che invece raramente avviene quando ci si allena in autonomia. C’è poi l’aspetto economico: il costo del servizio virtuale è minore rispetto a quello dal vivo. Infatti, il personal trainer lavorando da casa non ha bisogno di pagare affitti e non deve includere nel prezzo eventuali spese di spostamento. Questo permette di rendere questa modalità di training più accessibile a tutti.

Quali sono i contro?

Il rovescio della medaglia della comodità di allenarsi a casa è che spesso non si hanno a disposizione attrezzi adatti. La buona notizia è che è possibile utilizzare anche oggetti di uso quotidiano (come bottiglie d’acqua, sedie, manici di scopa…) o effettuare esercizi a corpo libero, soprattutto per i principianti. In alternativa si possono acquistare piccoli attrezzi, ormai reperibili a un basso prezzo. Nel caso di atleti o persone di livello avanzato, invece, è possibile anche farsi seguire dal personal trainer online allenandosi però in palestra avendo così a disposizione tutti gli attrezzi necessari. Un altro svantaggio è legato alla motivazione: se per alcune persone la maggiore disponibilità e “accessibilità” di un personal trainer on line può aumentarla, per altre la motivazione e la costanza sono sostenute dal fatto di fare attività fisica in compagnia e in questo l’allenamento one to one on line non aiuta affatto (motivo per il quale si stanno creando sempre più corsi di gruppo online). Un’alternativa può essere allenarsi in palestra o all’aperto in aree dedicate all’attività fisica, portando con sé uno smartphone o un tablet per collegarsi con il proprio personal trainer a distanza, svolgendo così un allenamento individualizzato ma in un ambiente stimolante.

Ma, quindi, concludendo?

Sicuramente l’alternativa migliore, quella che permette un approccio più tecnico e più “personale”, rimane ancora l’allenamento one to one di persona, ma è necessario prendere in considerazione la continuità e la sostenibilità di un programma. Per raggiungere un obiettivo, infatti, è fondamentale che il percorso sia continuativo e costante e per esserlo deve essere sostenibile nel tempo: deve essere comodo e facilmente accessibile (se il personal trainer che mi piace lavora in una palestra distante da casa mia, a lungo andare il percorso diventerà sempre più pesante). Le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per l’attività fisica raccomandano per le persone adulte 150 – 300 minuti di attività fisica moderata oppure 75 – 150 minuti di attività fisica intensa a settimana. Spesso può risultare difficile ritagliarsi questo tempo da dedicare all’attività motoria; l’allenamento on line diventa così fondamentale, un compromesso necessario per chi ha poco tempo a disposizione, ma vuole mantenere uno stile di vita sano e attivo nonostante gli impegni della vita quotidiana. 

A cura di Giulia Sammarco
con la collaborazione 
della Chinesiologa Sporiva e personal trainer
Silvia Allemano
Presso Krioplanet Treviglio

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per il funzionamento. Scegli "Chiudi" per accettare e proseguire