2015-numero-6-novembre-dicembre

Rischio Radon. Conoscerlo, misurarlo, debellarlo

Leggi tutto...

La ASL di Bergamo stima che nella nostra provincia siano oltre 50 l'anno le morti per tumore polmonare causate da gas Radon, la seconda causa di tumore polmonare dopo il fumo di tabacco, ma la percezione di questo rischio da parte dei cittadini è ancora molto ridotta. «Il Radon è un gas radioattivo incolore e inodore, che proviene dal decadimento dell'uranio, è presente quasi ovunque nel suolo. Quando fuoriesce può penetrare negli ambienti chiusi e raggiungere concentrazioni pericolose, perché aumenta la probabilità di contrarre un tumore polmonare.

Ricambiare l’aria ne abbassa momentaneamente la concentrazione, ma in seguito torna ad accumularsi» spiega Sandro Fornai, ingegnere bergamasco di ICO sas, esperto di misurazione e bonifica da gas Radon. «Anche da noi, come avviene in altri Paesi, la concentrazione di Radon dovrebbe essere misurata in tutti gli edifici, soprattutto dove il pericolo è maggiore, nei piani terra e interrati. Purtroppo in Italia questo rischio è sottovalutato, ma credo che qualcosa cominci a muoversi». E lo dimostra il Seminario per professionisti del settore delle costruzioni “Rischio radon: conoscerlo, misurarlo, debellarlo” organizzato dell’Ordine degli Architetti di Bergamo il 27 ottobre presso la casa del Giovane, a cui hanno partecipato circa 80 professionisti in sala...

Leggi tutto...