Offrire al proprio caro con disabilità la possibilità di costruire un progetto di vita che integrasse attività socio-educative e futuro occupazionale. Con questo obiettivo è nata, 37 anni fa ad Almè, dall’iniziativa di alcune famiglie, la Cooperativa Sociale Lavorare Insieme.

«Dal primo servizio sperimentale, fortemente improntato al lavoro in rete e in collaborazione con il territorio, in grado di valorizzare le competenze delle persone disabili e di metterle a disposizione della comunità, il modello è stato esportato in altri territori e comunità in cui la Cooperativa si muove in provincia di Bergamo. Oggi opera a favore di 780 persone con disabilità e può contare sull’apporto di 457 dipendenti, 61 volontari e 295 soci» ricorda il presidente Valerio Mari. «Le scelte e l’organizzazione generale della Cooperativa sono finalizzate a porre al centro la persona, per favorirne lo sviluppo delle condizioni sociali, culturali ed economiche affinché ognuno, indipendentemente dalla sua condizione di fruitore, socio, dipendente, volontario, committente, fornitore, possa realizzarsi pienamente» aggiunge la vicepresidente Ilaria Cantù.

La Cooperativa gestisce vari servizi di carattere socio-sanitario e socio-educativo: 24 tra Servizi Diurni (CDD, CSE, SFA, STD) e Servizi Residenziali (CSS e RSD), 10 servizi di Assistenza Educativa Scolastica, Servizi Domiciliari, Tirocini Formativi e Inserimenti Lavorativi. Inoltre è promotrice di sette progetti sperimentali a favore delle persone con disabilità (es. progetti palestra di vita autonoma, servizi di orientamento lavorativo etc.) e in risposta a bisogni del territorio (es. Caffè Sociali, gestione estiva di bar del territorio…). Tra questi progetti l’“Hub Nadir” a Bergamo, strutturato per accogliere giovani persone con disabilità che presentano bisogni complessi e di carattere comportamentale e “Un appartamento ad Almè”, un’esperienza residenziale rivolta a 3 persone con autismo di livello 1, che vivranno in autonomia in un appartamento con la supervisione di uno staff educativo e della domotica.

«Anche e soprattutto le persone con disabilità hanno sofferto durante la pandemia per la mancanza di relazioni al di fuori del proprio contesto familiare. Unendo il desiderio espresso dalle persone con disabilità di vivere esperienze adulte di autonomia, relazione e tempo libero, e i bisogni delle famiglie, che chiedono proposte allettanti per i propri congiunti e spazi di sollievo dalla gestione quotidiana del proprio familiare, la Cooperativa ha varato il progetto “INsieme INvacanza” che propone esperienze di viaggio e soggiorni al mare» osserva il presidente. Le esperienze di vacanza estiva organizzate dalla Cooperativa richiedono un grande lavoro di ricerca e di analisi di strutture, luoghi e ambienti che possano al meglio rispondere alle necessità assistenziali e di autonomia di persone con disabilità. Nel 2022 l’offerta è di due soggiorni al mare: uno per 16 utenti CDD-RSD-CSS-CSE con 12 operatori e 1 volontario e l’altro per 23 CDD-CSE-CSS con 8 operatori, completati da alcuni weekend al lago e in montagna. La campagna di raccolta fondi del 5x1000 finanzierà future esperienze di vacanza che possano coinvolgere le numerose persone interessate. 

La Cooperativa Lavorare Insieme vuole essere una presenza viva e aperta all’interno delle comunità locali nelle quali opera e abita, con l’intento di costruire legami sociali e relazionali grazie ai quali le persone con disabilità possano crescere, esprimersi e trovare la propria “felicità e realizzazione”. Essa opera non solo per dare risposta a bisogni individualizzati delle persone disabili e delle loro famiglie, ma anche per diffondere un modello culturale e sociale di inclusione delle persone disabili nella società.

Lavorare Insieme Cooperativa Sociale
Almè (Bg)
Passaggio della Costituzione 1
Tel. 035 543626 - segreteria@cooplavorareinsieme.it
www.cooplavorareinsieme.it
Codice Fiscale 01603020163

Questo sito utilizza solo cookie tecnici per il funzionamento. Scegli "Chiudi" per accettare e proseguire