Extensions ciglia, uno sguardo da star… senza rischi

ciglia


Ciglia lunghe, folte e sempre perfette senza bisogno di truccarle tutte le mattine? Oggi è possibile grazie alle extensions, una delle ultime mode nel campo dell’estetica. Nata in America tra le star del cinema, da qualche anno è esplosa anche in Italia e sono sempre di più le donne che cedono al desiderio di avere uno sguardo in ordine in ogni momento della giornata, anche ad esempio dopo un bagno in piscina o un allenamento in palestra. Ma come vengono applicate? E quali precauzioni seguire per non rischiare problemi agli occhi? Lo abbiamo chiesto a Patrizia Curreli, docente di corsi di formazione in allungamento delle ciglia.

In cosa consiste l’applicazione?
Nell’applicare una o più extensions su ogni ciglia naturale: grazie a un adesivo specifico si crea un legame tra extensions e ciglia che rende invisibile l’attaccatura, donando un aspetto naturale e valorizzante per lo sguardo. Si può scegliere tra due diverse tipologie di applicazione. La prima, il metodo One To One (una a una), consiste nell’applicare una singola extensions su ogni ciglia naturale, donando un effetto occhio truccato con una maggiore definizione della linea dell’occhio. Questo tipo di trattamento è indicato a chi ha già molte ciglia e vuole un effetto mascara senza truccarsi. Il secondo è il metodo Volume, che a sua volta si divide in diverse tipologie: la 2D che prevede l’applicazione di due extensions molto sottili per ogni ciglia e dona un effetto di infoltimento molto naturale; la 3D che prevede l’applicazione di tre extensions molto sottili per ogni ciglia, con un risultato di maggiore volume, fino all’applicazione dei mega ventagli con un risultato di infoltimento molto importante. I trattamenti volume sono indicati a chi ha le ciglia rade, o nel caso dei mega trattamenti, a chi desidera un effetto visivo molto importante. Il tempo di applicazione dipende dal tipo di trattamento scelto: può variare da un’ora e mezza fino a tre ore, di più per i trattamenti megavolume.

Ma quanto durano le extensions?
La durata totale in linea di massima è di circa un mese e mezzo, anche se è condizionata da diversi fattori, come il ricambio naturale delle ciglia, che varia leggermente per ognuno di noi, e altri fattori. È consigliabile però un ritocco ogni tre settimane circa, per mantenerle sempre in ordine. Questo perché circa ogni tre settimane un terzo delle nostre ciglia cade e viene sostituito da nuove. Per garantire una buona durata inoltre è fondamentale non bagnarle e non venire a contatto con calore o vapore per 24 ore dopo l’applicazione. Vietatissimi sempre sono invece tutti i cosmetici occhi o make up oleosi; sul mercato ci sono prodotti idonei o specifici per chi indossa le extensions delle ciglia.

Di che materiale sono fatte le extensions? Quali è meglio usare per non rovinare le proprie?
In commercio ci sono vari tipi di ciglia: in fibra sintetica o naturale. Quelle in fibra sintetica anallergica possono essere di varie lunghezze, spessori, curvature, colori e tipologie. Le ciglia in fibra naturale presentano dei limiti, sono più costose, sono molto fragili e tendono a piegarsi e/o spezzarsi molto facilmente, inoltre possono dare allergie.

Per quanto tempo si possono tenere?
In linea generale, se il trattamento è eseguito da personale altamente qualificato, non esiste un tempo prestabilito, si possono tenere per molto tempo. Importante però è che l’operatrice tenga costantemente monitorate le ciglia della cliente, per constatarne l’effettivo stato di salute, che può dipendere da moltissimi fattori estranei al trattamento, come cure farmacologiche, periodi di stress, errata manutenzione a casa, sbalzi ormonali etc.. Generalmente, comunque, è consigliabile una pausa di uno o due mesi una volta all’anno.

Quali sono i criteri da valutare per scegliere il trattamento migliore e più rispettoso dell’occhio?
Sul mercato ci sono diversi tipi di curvature, spessore, lunghezze e materiali tra cui scegliere, non solo a seconda dell’effetto che si vuole ottenere ma soprattutto in base alle caratteristiche delle ciglia naturali. Una corretta valutazione è fondamentale per evitare stress alle ciglia naturali e mantenerle sane, ottenendo una maggiore durata del trattamento e maggior confort.

I consigli dell’American Academy of Ophthalmology
Come sottolineato recentemente dall’American Academy of Ophthalmology, l’applicazione di extensions ciglia non è teoricamente esente da rischi come traumi o infezioni a palpebra e cornea in genere attribuibili a un’igiene non adeguata durante l’applicazione e nella manutenzione (le ciglia dovrebbero essere pulite quotidianamente per rimuovere sporco e impurità); reazioni allergiche alla colla, perdita temporanea di ciglia. Per evitare tutto questo gli esperti suggeriscono di scegliere operatrici con una specifica e certificata formazione ed esperienza e che rispettino attentamente le regole igieniche e di informarsi sugli ingredienti della colla, chiedendo di fare un test sul polso per essere sicure di non essere allergiche.

Una volta tolte è normale che le ciglia siano più deboli?
No. Se il trattamento è eseguito da personale qualificato, le ciglia naturali non si indeboliscono. È fondamentale rivolgersi a professioniste che abbiano effettuato tutti i corsi presso aziende/accademie serie. Inoltre gli occhi sono una parte molto delicata ed è quindi indispensabile che segua una corretta manutenzione e cura e che occhi e ciglia vengano detersi e puliti quotidianamente, un’abitudine spesso sottovalutata, importante sia per far durare di più il trattamento sia per non compromettere la salute di ciglia e occhi.

a cura Di Giulia Sammarco
con la collaborazione di Patrizia Curreli
Docente di corsi di formazione in allungamento delle ciglia
CEO Stylashes s.r.l.

 

 

Ultimo numero