2019-numero-50-maggio-giugno

Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva

Leggi tutto...


Il professionista sanitario che aiuta a prevenire e affrontare i disturbi dello sviluppo attraverso il gioco. “È l’operatore sanitario che, in possesso della laurea abilitante, svolge, in collaborazione con l’equipe multiprofessionale di neuropsichiatria infantile e in collaborazione con le altre discipline dell’area pediatrica, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione delle malattie neuropsichiatriche infantili, nelle aree della neuropsicomotricità, della neuropsicologia e della psicopatologia dello sviluppo”. Così il Decreto Ministeriale n. 56 del 17 gennaio 1997 definisce il Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva (TNPEE), professione sanitaria relativamente recente sempre più richiesta, che lavora con bambini e ragazzi in età evolutiva (dalla primissima infanzia fino all’adolescenza) con disturbi dello sviluppo attraverso un intervento unico nel suo genere che ha al centro il gioco. Approfondiamo l’argomento con Marco Bonacina, TNPEE.

Come si diventa Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva?
Per diventare Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva è necessario conseguire una laurea di primo livello, frequentando il corso triennale in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva (c/o Facoltà di Medicina e Chirurgia). La laurea in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva è abilitante all’esercizio della professione in quanto la prova finale ha valore di esame di Stato.

Da quando esiste questa formazione?

Leggi tutto...

Tumore al rene, la laparoscopia diventa in 3D

Leggi tutto...


È una colonna laparoscopica con visione 3D l’apparecchiatura di ultima generazione donata alle sale chirurgiche della Urologia del Papa Giovanni XXIII dalla A.O.B. Associazione Oncologica Bergamasca onlus, grazie alle risorse della Fondazione Cariplo e della Fondazione della Comunità Bergamasca onlus.

...

Leggi tutto...

Un angelo bergamasco ha salvato il piccolo Alex

Leggi tutto...


Il bambino era affetto da una rara malattia genetica curabile solo con un trapianto di midollo. La sua storia aveva colpito gli italiani che in migliaia si erano offerti per il prelievo.
All’Ospedale Bambin Gesù di Roma si infastidiscono se si parla di...

Leggi tutto...

Uno sguardo più giovane senza bisturi

Leggi tutto...


Rilassamento cutaneo, rughe, gonfiore e borse, occhiaie. Sono molti e diversi gli inestetismi che, con il passare degli anni, possono riguardare la zona intorno agli occhi, creando disagio e fastidio. I fattori che contribuiscono all’insorgenza sono diversi a seconda del...

Leggi tutto...

Zanzara tigre. Ecco come prevenire i rischi

Leggi tutto...


La zanzara tigre è un insetto, lungo dai due ai dieci millimetri, diffusosi in Italia e in Europa a partire dagli anni Novanta. Non è difficile riconoscerlo perché, a differenza delle altre zanzare, presenta sul dorso una tigratura bianca e...

Leggi tutto...

Ultimo numero