2018-numero-43-marzo-aprile

Complessi fitoterapici che differenza c’è tra tinture madri e macerati glicerici?

Leggi tutto...

Contro acidità di stomaco, tosse, infiammazioni. Per depurare l’organismo. Per contrastare ansia e irritabilità. Spesso quando si pensa ai “farmaci naturali”, si pensa a rimedi che possano alleviare disturbi senza comportare alcun rischio. Ma siamo davvero sicuri che sia così? «Innanzitutto definiamo meglio “naturale”, ovvero una sostanza reperibile in natura, che non necessiti di sintesi chimica in laboratorio» precisa la dottoressa Valentine Galizzi, farmacista. «Ciò non è sinonimo di innocuo o privo di effetti collaterali. Sappiamo infatti che in natura ci sono veleni potentissimi. Ecco quindi che diventa necessario conoscere le dosi terapeutiche e le limitazioni d’uso anche per il “farmaco naturale”».

Dottoressa Galizzi, cosa si intende per fitocomplesso?
Il fitocomplesso è ciò che si estrae dalla droga vegetale, cioè dalla parte della pianta che contiene i principi attivi. La sua attività terapeutica è dovuta non a una sola sostanza, ma a un insieme di principi attivi, spesso molto numerosi e chimicamente diversi fra loro. Ecco il motivo per cui resta ancora molto da scoprire in merito al meccanismo d’azione di questi preparati, che essendo composti anche da più di 50 sostanze chimiche diverse, possono presentare differenti proprietà, anche contemporaneamente. Questa composizione molto varia può avere dei vantaggi rispetto alla singola molecola...

Leggi tutto...

Con impedenziometria e calorimetria la dieta funziona meglio

Leggi tutto...

Avete deciso di mettervi a dieta, ma avete paura di non raggiungere i risultati sperati? Quest’anno potrebbe essere quello fortunato se dalla vostra parte ci sono gli alleati giusti. Grazie all’impedenziometria, esame che permette di calcolare la massa grassa, magra...

Leggi tutto...

Dal dramma alla speranza

Leggi tutto...

Ho perso mia moglie, la madre di mio figlio, dopo anni in stato vegetativo. Ora voglio aiutare bambini e ragazzi con genitori nella stessa situazione. 
«L’ho preso in braccio, ho pianto, ho rotto le acque, l’ho partorito, eravamo soli io e...

Leggi tutto...

Dalla testa ai piedi. Emicrania e cefalea? Prova con la riflessologia plantare

Leggi tutto...

«Parlare di due estremità opposte per alleviare o risolvere un problema fastidioso e a volte debilitante come il mal di testa sembrerà strano, eppure per la riflessologia plantare è una concreta possibilità». Chi parla è Massimo Bernardoni, riflessologo dal 1989....

Leggi tutto...

Dallo sport alla vita di ogni giorno conquistiamo il nostro flow quotidiano

Leggi tutto...

“Tutto deve partire dalla testa”. Se chiedessimo a campioni come Sofia Goggia e Michela Moioli quale percorso li abbia portati sul podio la loro risposta al 99% potrebbe essere questa, al di là dell’allenamento e dei tanti elementi tecnici che...

Leggi tutto...