2014-numero-4-luglio-agosto

La libera professione infermieristica, tra presente e futuro

Leggi tutto...

L'esercizio autonomo della professione infermieristica negli ultimi anni si è sviluppato notevolmente, assumendo nei vari ambiti sanitari ruoli e spazi sempre maggiori. Ma quali sono le caratteristiche di questa figura infermieristica? «Il Libero Professionista Infermiere è un infermiere laureato in infermieristica, iscritto all'albo degli infermieri (IPASVI), che decide di esercitare la propria attività senza alcun vincolo di subordinazione» spiega Gianluca Solitro, Infermiere Libero Professionista. «Oggi l'infermiere è un professionista che responsabilmente ha il governo del processo assistenziale, decide in autonomia come pianificare l'assistenza al proprio paziente, prendendosi carico dei propri assistiti con una visione assistenziale olistica ovvero completa e strutturata». La figura del medico, ovviamente, rimane sempre un asse importante per il coordinamento delle due professioni, ma in un contesto che si potrebbe definire quasi "paritario" con competenze differenti ma in perfetta sintonia. Sul territorio, l'Infermiere Libero Professionista può svolgere attività assistenziali ed educative, direttamente al domicilio del paziente. «Con grossi vantaggi sia in termini gestionali sia organizzativi. Questo sarà il futuro dell'organizzazione sanitaria in un Paese come il nostro in cui le risorse economiche tendono a diminuire costantemente a fronte una popolazione che, sempre più anziana, richiede e necessita di una sempre più maggiore assistenza». Attenzione, però, a chi...

Leggi tutto...

Osteopatia e massaggi, una scuola d'eccellenza per "professionisti della salute"

Leggi tutto...

Una cosa è certa, a queste persone non direte mai: "mi tolga le mani di dosso". Sono massaggiatori e osteopati, "professionisti della salute" in grado di aiutare a risolvere un problema osteo-articolare, muscolare o più semplicemente aiutare a rilassarsi. Si...

Leggi tutto...

Rimozione delle otturazioni in amalgama? Solo se "protetta"

Leggi tutto...

Amalgama sì o amalgama no? La permanenza nel cavo orale di questa miscela utilizzata per le otturazioni dentali da più di 150 anni, costituita da mercurio (50%),rame (6-9%), argento (22-37%), stagno (11-14%) e zinco (2%), è oggi argomento di notevoli...

Leggi tutto...

Un pericolo invisibile nelle nostre case

Leggi tutto...

«I dati della ASL di Bergamo parlano chiaro: si stima che nella nostra provincia siano oltre 50 l'anno i morti per tumore polmonare causati da gas Radon, mentre l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito che il Radon è la seconda...

Leggi tutto...