Vedere i propri figli felici è la meta più perseguita dalle ultime generazioni di genitori. Non sempre, però, gli atteggiamenti e i modelli educativi adottati dai genitori riescono in questo intento. D’altra parte il mestiere dei genitori può sembrare facile, ma non lo è affatto. Ecco perché in alcuni casi aiuta il confronto con dei professionisti o con genitori che vivono situazioni simili. «Da diversi anni presso il nostro Centro, accanto ai percorsi dedicati ai bambini e ai ragazzi, proponiamo percorsi di consulenza genitoriale individuale o in piccoli gruppi e i risultati sono molto positivi. Abbiamo effettuato percorsi in piccoli gruppi anche attraverso la modalità online che ci ha permesso di verificarne l’efficacia oltre ai vantaggi organizzativi per le famiglie» spiega Silvia Pesenti, psicologa clinica e fondatrice, insieme a Gian Marco Marzocchi, del Centro per l’Età Evolutiva, studio multidisciplinare con sede a Bergamo, nato nel 2004 per fornire alle famiglie e alle scuole servizi di consulenza sugli aspetti psicologici ed educativi di bambini e adolescenti. «Spesso crediamo che dare tutto e subito ai figli sia una manifestazione d’amore e un modo per stimolare positivamente la loro crescita. Negli ultimi decenni abbiamo assistito a numerosi cambiamenti nel modo di fare i genitori: il vecchio modello educativo autoritario (“si fa così perché lo dico io”) ha lasciato spazio a un eccessivo permissivismo (“fai come vuoi, tesoro”), che porta i genitori ad assecondare quasi tutte le richieste per spianare loro la strada e consentire loro di diventare vincenti in un mondo sempre più competitivo. Così abbiamo involontariamente cresciuto figli fragili, poco disposti al sacrificio e poco resilienti di fronte alle difficoltà della vita». 
Fare i genitori è complesso soprattutto in un momento storico come questo caratterizzato da rapidi cambiamenti sociali e culturali che hanno e reso poco “utilizzabili” i consigli e l’esperienza di chi è diventato genitore prima di noi.

«I genitori di oggi devono affrontare la sfida di una nuova genitorialità in cui è necessario conciliare attenzione e vicinanza emotiva ai bisogni dei figli con una maggiore credibilità e autorevolezza. È un lavoro che richiede la capacità di osservare noi stessi come genitori senza giudicarci preventivamente e di riconoscere alcuni nostri schemi automatici che a volte risultano disfunzionali nella relazione con i figli, la consapevolezza dei principi e valori che ci guidano e che vogliamo trasmettere loro e la flessibilità di cambiare noi quando necessario. È inoltre risaputo come il nostro comportamento sia molto più efficace delle parole, quindi se vogliamo che i nostri figli cambino alcuni loro atteggiamenti, è necessario che prima di tutto mettiamo in discussione noi stessi per dare loro un esempio, seguendo il motto “Comportati oggi come vorresti che tuo figlio diventi tra qualche anno”. Tutti i genitori possono migliorare il loro stile relazionale ed educativo con i figli (anche adolescenti!) e questo porta a un miglioramento del proprio senso di efficacia come genitore, del benessere familiare e anche del comportamento del figlio». 

Centro per l’età evolutiva
Via dei Partigiani 5 - Bergamo
Tel. 035 233974
info@centroetaevolutiva.it
www.centroetaevolutiva.it

 

Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Scegli "Chiudi" per accettare e proseguire