CASA MIA VERDELLO è la prima Residenza per anziani aperta a Verdello nel 2015 dal Gruppo ORPEA, realtà francese leader nel settore con oltre trent’anni di esperienza e oggi uno dei punti di riferimento cui rivolgersi per chiunque abbia necessità di affidarsi al mondo delle case di riposo, delle cliniche riabilitative e/o psichiatriche. Ma quali servizi offrono in concreto le RSA? E quali sono, in questa fase di emergenza sanitaria, i plus che possono mettere a disposizione dei loro ospiti per una maggiore sicurezza? Lo abbiamo chiesto a Egidio Passera, direttore di CASA MIA VERDELLO.

Direttore, cosa s’intende oggi per RSA?
Le Residenze Sanitarie Assistenziali non sono semplici Case di Riposo come siamo abituati a pensare. Questa particolare tipologia di “nuovo ente” è stata introdotta in Italia a partire dalla metà degli anni Novanta e, col tempo, si è sempre più strutturata, rispondendo a criteri normativi specifici volti alla tutela della persona ed alla complessità dei suoi bisogni. Le RSA sono dunque strutture non ospedaliere ma a impronta sanitaria, nelle quali ogni ospite viene preso in carico da un punto di vista medico, infermieristico e riabilitativo. I percorsi che portano all’assistenza sanitaria residenziale sono vari, fra i quali la maggior parte prevede la provenienza di utenti in condizioni di cronicità o di stabilizzazione delle condizioni cliniche dagli ospedali, da strutture “post-acuti” o dal domicilio.

Come si entra in una RSA?
Vi accedono persone non autosufficienti che in relazione al loro stato psico-fisico non sono in condizioni di essere assistite presso il domicilio o che necessitano di trattamenti continui e apposite équipe di cura composte da più specialisti. Le formule private ospitano anche soggetti autosufficienti che, per scelta autonoma preferiscono essere assistiti da personale a loro dedicato, al posto di trascorrere la vita in casa soli. Il soggiorno presso queste Residenze può infatti essere variabile: da brevi degenze di “sollievo”, al fine di ripristinare uno stato di benessere temporaneamente perso, a ospitalità lunghe o permanenti. Per accedere è sufficiente fare “Domanda di Ingresso in RSA” consegnando presso la struttura scelta l’apposito modulo predisposto da Regione Lombardia, utile alla direzione sanitaria a verificare l’idoneità all’accesso, considerando lo stato di salute dell’ospite e una valutazione multidimensionale del suo quadro clinico.

Si è parlato molto durante questa pandemia dell’importanza di tutelare gli ospiti delle RSA, tra i soggetti più fragili…
La pandemia che ha caratterizzato il 2020 e lo stato di emergenza nel quale ancora tutti noi siamo ci ha ricordato il valore che può avere una corretta e competente presa in carico, soprattutto quando si tratta delle persone più fragili. In questo senso le RSA sono luoghi di vita piacevoli e sicuri. Queste strutture oggi dispongono infatti di tutti i dispositivi di protezione più idonei, delle procedure di igiene e sanificazione nel pieno rispetto delle disposizioni ATS, Regionali e DPCM, e possono contare su personale qualificato. In questo senso anche CASA MIA VERDELLO assicura ai suoi ospiti:
> assistenza medico-infermieristica;
> assistenza riabilitativa, promossa dal personale fisioterapico;
> attività di animazione e socializzazione, promossa dagli educatori professionali;
> aiuto nello svolgimento delle attività quotidiane da parte degli operatori OSS e ASA;
> prestazioni alberghiere, di ristorazione, lavanderia e pulizia di alto livello.
Il giorno dell’ingresso e lungo tutta la permanenza in struttura i membri dell’équipe predispongono e aggiornano periodicamente il piano di assistenza individuale (PAI) per ciascun ospite, un documento di sintesi che raccoglie e descrive a livello multidisciplinare lo stato di salute della persona.

Per realizzare un servizio d’assistenza di qualità è necessario anche concepire luoghi accoglienti in cui vivere; per questo motivo tutti gli ambienti della RSA sono stati appositamente progettati, dalle camere, in prevalenza singole, alle diverse aree destinate alle attività. Il nostro obiettivo è accogliere gli ospiti in ambienti sicuri e confortevoli. In conclusione, risiedere nella nostra RSA significa abitare in un luogo tutelato e accogliente. 
L’assistenza sanitaria non va intesa solo come servizio ma anche come sensibilità delle persone preposte per costruire un rapporto di fiducia che duri nel tempo.
La salute è la nostra priorità. A testimonianza di ciò CASA MIA VERDELLO ha conseguito, per il biennio 2021-2022, il riconoscimento di due Bollini RosaArgento da parte di Fondazione ONDA (per informazioni: www.bollinirosargento.it)

A che punto siamo con il vaccino anti-Covid nelle RSA?
La scelta di affidare un proprio caro a una Residenza per anziani è una decisione complessa, non solo perché bisogna individuare quella più adatta al nostro familiare, ma anche a titolo affettivo. Ciò nonostante è importante tenere presente che l’accoglienza in RSA rappresenta spesso la soluzione migliore per coloro che necessitano di cure a carattere continuativo. Il modello proposto da CASA MIA VERDELLO ha come obiettivo un’efficienza socio-sanitaria e il comfort alberghiero. A tal fine la Residenza ha avviato e concluso le campagne di vaccinazione rivolte a ospiti e dipendenti, effettua un monitoraggio attivo (mediante tamponi) a cadenza periodica e dispone di misure di sicurezza pre-ingresso e osservazione in itinere che attestino la messa in pratica delle corrette procedure.

R.S.A. CASA MIA VERDELLO
Via XXV Aprile 9
Verdello (BG)
Tel. 035 871959
www.orpeaitalia.it

Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Scegli "Chiudi" per accettare e proseguire