Nel numero di settembre-ottobre vi avevamo parlato di ElettroSmog ed ElettroSensibilità, della attuale legislazione e degli effetti e sintomi. Ora, sempre con l’aiuto di Maurizio Ugo Rodriguez, farmacista e Presidente A.I.K.I. -As­sociazione Istruttori Kinesiologia Italiana- approfondiamo l’argomento risalendo alle origini.

«Sin da i tempi antichi sono esistite persone che avevano il dono di vedere o percepire i flussi elettro- magnetici o magneto-elettrici e tramite questa facoltà operare sul silenzioso e invisibile mondo del non percepito, potendo guarire o prevenire problemi, oppure individuando i luoghi dove poter edificare o soggiornare» osserva il dottor Rodriguez. «Con il tempo queste facoltà sono state studiate e messe a disposizioni di tutti attraverso le tecnologie moderne, come la TAC, la Tecar terapia, la Magneto-terapia, o con i rilevatori di campi magnetici che sono reperibili sul mercato, ovvero strumenti di rilevazione di inquinamento elettro-magnetico. Poi sono nati altri strumenti come il Vega-Test, l’ASYRA, EAV gold, Inergetic CoRe System etc. che usano frequenze a bassa intensità per verificare, per risonanza, gli squilibri nel corpo degli esseri viventi, come l’uomo».

L’ANTICA MEDICINA EGIZIA
Gli Egizi, in particolare i sacerdoti o la casta sacerdotale, hanno tramandato le tradizioni attraverso la simbologia dei geroglifici, facendo riferimento alla natura e a tutte le espressioni di vita, dalle pietre alle stelle, dagli animali all’uomo. La vera conoscenza tuttavia era tramandata in forma orale e per questo si è persa. «Una parte delle moderne conoscenze teoriche scientifiche era praticata nell’antichità in modo rudimentale, con le risorse dell’epoca» continua il dottor Rodriguez. «Si generavano scariche elettriche o altre diavolerie che a quell’epoca erano usate per sottomettere il popolo. Si usavano le piante combinate con polvere di pietre ed estratti di animali per curare, e là dove il male era “misterioso” si usavano tecniche che agivano sui campi elettro-magnetici del corpo. Altre tradizioni come quelle celtiche, maja, azteche, babilonesi,africane, hanno seguito questo tipo di trasmissione orale per gli insegnamenti riservati a pochi».

LA MEDICINA INDIANA, TIBETANA e CINESE
Solo nell’area asiatica possiamo trovare dei praticanti “laici” che hanno iniziato a trasmettere queste conoscenze attraverso scritti: il più antico è il “Caraka Samita”, scritto in sanscrito. Lo scopo di questo libro era tramandare la conoscenza “informazionale” che riporta equilibrio nel corpo delle persone. In seguito gli scritti si sono sempre più orientati alla parte pratica, descrivendo punti energetici sul corpo che, connessi tra di loro come dei fili energetici, sono chiamati “Meridiani” o vortici di energia detti “Chakra”. «Grazie alla Wellness Kinesiology, ora sappiamo che tali fili e vortici hanno connessioni con tante parti diverse del corpo. L’equilibrio di queste è sintomo di vitalità e benessere, mentre un disequilibrio, più o meno grave, può preparare nel corpo la strada alla malattia. Credo che studiare in modo sempre più approfondito queste connessioni e sviluppare una tecnologia che possa essere alla portata di tutti sarà il futuro di questo nuovo millennio» conclude il dottor Rodriguez. 1412.jpg


FARMACIA SAN NICOLO'
Maurizio Ugo Rodriguez
Via Alpini, 35
Cividate al Piano (BG)
Tel. 0363 945034
farmacia@drrodriguez.it
www.drrodriguez.it
Approndimenti: pagina Facebook fb.me/mauriziougo60

 

Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Scegli "Chiudi" per accettare e proseguire