Il festival dell’ambiente 2018 immagine per immagine

anoressiafestival dell'ambiente 2018

Inaugurazione
La prima mattinata del festival, quella di venerdì 18 maggio, ha ospitato il consueto taglio del nastro che ha sancito l’inizio ufficiale della settima edizione del Festival dell’Ambiente. L’onere di aprire le danze è stato affidato all’assessore all’Ambiente, politiche energetiche e verde pubblico Layla Ciagà in rappresentanza del Comune di Bergamo, grande promotore dell’evento. Di grande rilievo è stato anche l’intervento del neo assessore all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo. Subito dopo il taglio è intervenuta anche la senatrice bergamasca Alessandra Gallone che ha concluso la cerimonia sottolineando come l’ambiente sia il futuro.

Espositori e associazioni
Anche quest’anno la green economy è arrivata sul Sentierone grazie agli stand degli espositori e delle realtà che hanno un occhio di riguardo verso l’aspetto più strettamente economico della sostenibilità ambientale. Sono stati presentati prodotti provenienti dai diversi settori tra i quali alimentazione, energie rinnovabili, stili di vita, mobilità, edilizia e sevizi relativi alla casa. Oltre a questi, lo spazio all’ombra del Quadriportico è stato occupato dalle realtà del terzo settore con associazioni, enti e cooperative che hanno esposto i loro prodotti e le loro iniziative.

Progetto Scuole Action 2 Art
Il classico venerdì mattina dedicato alle scuole ha visto la presentazione del Progetto Scuola “Action 2 Art” realizzato in collaborazione tra l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Bergamo, A2A e Aprica in cui 10 classi di 7 scuole secondarie di II grado di Bergamo hanno presentato i loro progetti di eco-design. Il progetto vincitore è stata la seduta realizzata con il recupero di tubi metallici dal titolo “Acqua e amore” realizzato dalla 4ª AFJ dell’Istituto “Cesare Pesenti” che avrà l’onore di vederla esposta a Milano durante la Fall Design Week 2018. Inoltre la classe potrà partecipare a un laboratorio interattivo al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano.

Sapori per tutti i gusti nel weekend
Nel corso di tutta la giornata di sabato, il Festival dell’Ambiente ha ospitato in via eccezionale il Mercato della Terra di Slow Food, che ogni secondo e quarto sabato del mese propone i suoi prodotti che rispettano l’ambiente e custodiscono i segreti e i saperi dei territori e delle tradizioni locali. Domenica invece è stata la volta delle bancarelle dei produttori biologici che hanno portato nel centro cittadino la BioDomenica di Primavera, un’iniziativa organizzata dal Bio-distretto dell’Agricoltura Sociale di Bergamo in collaborazione con il Comune di Bergamo.

Laboratori MoBLArte
Come da tradizione lo spazio dedicato alle attività di bambini e famiglie è stato curato dai volontari dell’associazione MoBLArte che, sabato e domenica, hanno accompagnato i più piccoli alla scoperta del significato di essere degli abitanti attraverso un atelier delle impronte. Si è creata così la perfetta occasione per approfondire, attraverso il gioco, concetti come abitare un territorio e le relazioni che intercorrono tra un territorio e le persone che lo occupano.

Cena a lume di sostenibilità
Il Festival dell’Ambiente 2018 ha ospitato anche la terza edizione della Cena Sostenibile “Diamo Luce alla Sostenibilità”. L’edizione di quest’anno si è consumata nella suggestiva cornice del giardino di piazza Dante con un menù ideato dagli studenti di Engim Lombardia, il centro di formazione professionale di Valbrembo e Brembate di Sopra che ha organizzato la serata in collaborazione con Slow Food Bergamo e il Bio-Distretto dell’Agricoltura di Bergamo. Parte del ricavato della cena verrà devoluto al Cesvi a sostegno dei progetti potati avanti nelle zone più povere del mondo.

a cura DI GIULIA SAMMARCO