Nordic walking

NORDIC WALKING

Una disciplina facile, poco costosa e divertente, a contatto con la natura, per mantenere in forma corpo e mente. Permette di mettere in movimento il 90% dei muscoli di tutto il corpo. Aumenta il metabolismo. Migliora la postura. Aiuta a scaricare lo stress. Ed è alla portata di tutti. Unica condizione: la coordinazione.

È il nordic walking, letteralmente “camminata nordica”, una forma di cammino che prevede l’utilizzo di appositi bastoncini e che si sta affermando in tutto il mondo. In primavera-estate-autunno ma ora anche in inverno, grazie al winter nordic walking, versione invernale sviluppata dalla Scuola Italiana Nordic Walking (www.scuolaitaliananordicwalking.it) che permette di godere dei benefici di questa disciplina anche quando c’è la neve. «Nato nei Paesi Scandinavi tanti anni fa era inizialmente praticato dagli atleti dello sci di fondo durante la preparazione a secco estivo-autunnale. Successivamente, venne perfezionato e sviluppato in un vero e proprio esercizio di fitness» spiega Pino Dellasega, presidente della Scuola Italiana. «Consiste in una camminata con i bastoncini. Ma attenzione! Il bastoncino è usato per spingere e non come appoggio. Non bisogna pensare che si va più veloci o si faccia meno fatica perché il principio fondamentale di questa nuova disciplina è quello di coinvolgere il maggior numero possibile di muscoli e, di conseguenza, aumentare il dispendio energetico a parità di velocità e di distanza percorsa e favorire un esercizio benefico a livello cardiocircolatorio. Per ottenere comunque il massimo dei benefici e avere la massima efficienza dai movimenti, la tecnica diventa determinante».

Quali sono le caratteristiche di questo sport dal punto di vista Tecnico?
Per sviluppare correttamente la tecnica del nordic walking, i punti principali sono: la coordinazione nel passo alternato (cioè l’alternanza dei movimenti di braccio e gamba opposti); il recupero di una camminata naturale; l’ampiezza di movimento delle gambe e delle braccia, il rilassamento delle spalle; la postura eretta e la rullata del piede.

E che benefici offre?
Il nordic walking può essere a ragione considerato una delle attività sportive più complete in assoluto con benefici che riguardano sia il corpo sia la mente. Dal punto di vista fisico:
• permette un consumo energetico superiore del 20 – 30% rispetto al walking senza bastoncini;
• si ottiene un coinvolgimento di circa il 90% della nostra muscolatura (oltre 600 muscoli);
• grazie al coinvolgimento attivo della muscolatura ausiliaria dell’apparato respiratorio, è incrementata l’ossigenazione dell’intero organismo
• mantiene in esercizio quattro delle cinque forme principali di sollecitazione motoria: resistenza, forza, mobilità, coordinazione;
• scioglie le contrazioni nella zona delle spalle e della nuca (zona cervicale);
• ritarda il processo di invecchiamento;
• stimola l’eliminazione degli ormoni originati dallo stress;
• aumenta la frequenza cardiaca di 10-15 pulsazioni al minuto rispetto alla camminata tradizionale alla stessa andatura;
• rinforza il sistema immunitario;
• migliora la postura e favorisce la mobilizzazione della colonna vertebrale;
• alleggerisce il carico sulle articolazioni e sull’apparato motorio in genere
Dal punto di vista mentale-psicologico, invece: migliora il tono dell’umore perché il nostro corpo libera delle sostanze, le endorfine e le serotonine (ormoni della felicità); si regolarizza il respiro, che invece nei momenti di ansia e di paura tende a farsi corto e superficiale e si scaricano le tensioni muscolari accumulate senza il rischio di strappi o stiramenti; stimola il pensiero creativo. Diversi studi hanno dimostrato che il nordic walking è un’attività particolarmente indicata anche in chi soffre di sovrappeso, diabete, morbo di Parkinson e sclerosi multipla. Inoltre aiuta a prevenire osteoporosi e artrosi: uno sforzo moderato e costante stimola la capacità delle ossa di assimilare il calcio e produce sostanze come l’elastina e il collagene che formano le cartilagini. è indicato anche per le donne operate di tumore al seno nella fase di riabilitazione.

Ma lo possono praticare tutti?
Sì, dai bambini agli anziani. Camminare con i bastoncini è un’attività sportiva sana e naturale che può essere praticata ovunque, durante tutto l’anno e a tutte le età. Inoltre è stato dimostrato che con il nordic walking si abbassa notevolmente la percezione della fatica: questo consente di poter effettuare una attività fisica più lunga, rendendolo adatto anche a persone non sportive o poco allenate.

L’abbigliamento giusto
Inizialmente può essere sufficiente l’abbigliamento utilizzato per il jogging, adattato ovviamente all’ambiente in cui si va a praticarlo e al clima. L’ideale comunque sarebbe un vestiario tecnico con tessuti ultratraspiranti e nello stesso tempo impermeabili e antivento. Per avere la massima libertà l’abbigliamento sulle articolazioni dovrebbe essere sagomato, elastico e con tessuto più morbido, con aperture di areazione sotto le ascelle e non ultimo inserti catarifrangenti per le uscite serali o notturne.

Il Winter Nordic Walking prevede la camminata nordica anche su percorsi di neve battuta. L’attrezzatura è composta dalla RAK (una sorta di ciaspolina molto leggera) e da uno scarponcino molto comodo e semplicissimo da mettere e togliere.

a cura di VIOLA COMPOSTELLA
ha collaborato con PINO DELLASEGA
- PRESIDENTE DELLA SCUOLA ITALIANA NORDIC WALKING -

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta