“Il paziente per noi è una persona nella sua interezza, non limitata al suo specifico disturbo. Su questo principio si basa il nostro approccio multidisciplinare, in cui il paziente è accolto, preso in carico e posto al centro dell’attenzione della struttura dove professionisti delle diverse specialità medico-chirurgiche, professionisti sanitari, psicologi e collaboratori lavorano insieme per assicurare un percorso di diagnosi e cura attento e completo”. Chi parla è Pasquale Intini, direttore di Politerapica - Terapie della Salute, struttura sanitaria che opera dal 2008 a Seriate. “La nostra attività è incentrata su tre pilastri: il primo è la responsabilità sociale di impresa, cioè non poniamo attenzione al solo profitto ma svolgiamo un ruolo nel tessuto socio-economico in cui operiamo, attraverso il secondo pilastro che è la sinergia con strutture, enti e professionisti socio-sanitari presenti sul territorio. Il terzo pilastro è la risposta alle esigenze di salute dei cittadini e del territorio: la struttura deve avere la capacità di organizzarsi rapidamente per far fronte in modo efficace alle esigenze dei cittadini. Le nuove attività nate durante la pandemia ne sono una prova tangibile” sottolinea il direttore.

In quali aree operate?
Eroghiamo visite e attività medico-specialistiche in più di 30 discipline con professionisti di alto livello, senza lista di attesa e a costi accessibili. Abbiamo definito questa area “Medicina Vicina” perché accorcia le distanze tra specialista e paziente, tra malattia e salute, tra territorio e cittadino. Una medicina che parla la stessa lingua del paziente, in cui il rapporto curante-curato sia prima di tutto un rapporto tra persone. Abbiamo poi, per adulti e bambini, un’area di riabilitazione dell’apparato locomotore (fisioterapia, massaggio terapeutico, terapie fisiche, trattamento delle scoliosi in età evolutiva) e un’area di riabilitazione del pavimento pelvico (trattamenti dell’incontinenza e della ritenzione, dei disturbi pelvici, della dispaurenia e del dolore pelvico). Per le mamme e i genitori c’è un’area dedicata a gravidanza, neonatalità, allattamento e puerperio con incontri e percorsi ad hoc.

Siamo dotati anche di un ambulatorio di piccola chirurgia dove offriamo prestazioni di chirurgia generale, vascolare, proctologica, tiroidea e urologica e uno di primo livello di oncologia dermatologica - melanoma per la diagnosi precoce, il trattamento e il follow-up. In struttura ci sono poi un ambulatorio vaccinale (consulenza vaccinale e somministrazione vaccini) e un ambulatorio di Medicina dello Sport che prevede la consulenza specialistica e la certificazione idoneità attività sportiva non agonistica con ECG.

Durante la pandemia avete varato nuove attività…
Esattamente, sono nati l’ambulatorio test Covid-1,9 in collaborazione con Synlab, per offrire diversi esami (tamponi ed esami sierologici) e l’ambulatorio di recupero e riabilitazione dopo Covid-19. È ormai chiaro che la malattia in forma grave non si esaurisce con la dimissione dall’ospedale o un test negativo. I pazienti che sono stati affetti da Covid-19 hanno bisogno di assistenza per favorire un più rapido ed efficace recupero, in primis attraverso un supporto psicologico esteso anche ai familiari che hanno vissuto lutti o sono stati coinvolti nella sofferenza del malato. Il team multidisciplinare di questo ambulatorio comprende diverse figure professionali: anestesista rianimatore, fisiatra con esperienze di riabilitazione cardio-polmonare, fisioterapisti, dietologo e psicologo. 

L’ Ambulatorio di Chirurgia Pediatrica: fiore all’occhiello
Sono diversi i problemi che dalla nascita all’adolescenza possono colpire il neonato prima, il bambino poi e infine il ragazzo. Possono essere patologie congenite o acquisite, presenti già alla nascita o evidenziate nei primi anni di vita. Spesso si tratta di patologie relativamente comuni ma da non sottovalutare perché, se non trattate, possono avere conseguenze anche gravi nel presente e poi nell’età adulta. Tra queste:
> reflusso gastro esofageo nel lattante e nel bambino più grande;
> ernia inguinale o della parete addominale;
> idrocele;
> fimosi ed aderenze balano-prepuziali;
> testicolo ritenuto;
> varicocele;
> neoformazioni cutanee o sottocutanee;
> molluschi contagiosi;
> onicocriptosi.

A questi disturbi si aggiungono quelli del pavimento pelvico: incontinenza, enuresi, stipsi per citarne alcuni. Questi problemi devono essere opportunamente affrontati anche per prevenire la perdita di autostima del bambino, con ripercussioni fino all’età adulta.
Sono problemi che devono essere curati in équipe, anche in questo caso con un corretto approccio multidisciplinare. Le principali figure coinvolte sono il chirurgo pediatrico, lo psicologo, il fisioterapista riabilitatore pelvico e l’ostetrica riabilitatrice pelvica ai quali si possono affiancare pediatra, fisiatra, dietologo, endocrinologo, dermatologo e tutti gli altri specialisti di Politerapica.
L’ambulatorio si pone come struttura di primo livello per le patologie trattate, prendendo in carico il paziente pediatrico in sinergia con le strutture di livello superiore presenti sul territorio. In particolare, l’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Pediatrica dell’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dotata di un’équipe di eccellenza. 

Politerapica - Terapie della salute
Via Nazionale 93
Seriate (BG)
Tel. 035 298468
info@politerapica.it
www.politerapica.it

Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Scegli "Chiudi" per accettare e proseguire