Aspetti etici e deontologici nella professione dell’assistente sociale

Giovedì 14 dicembre la residenza Anni Azzurri San Sisto di Bergamo organizza un incontro dedicato agli assistenti sociali per approfondire gli aspetti etici legati al ruolo degli operatori sociali in Rsa

La residenza Anni Azzurri San Sisto di Bergamo organizza l’incontro dal titolo ‘Risvolti etici e deontologici nella professione dell’assistente sociale oggi’ che si terrà giovedì 14 dicembre e coinvolgerà gli operatori delle Rsa, famigliari e caregiver.

L'assistente sociale inserito nei contesti di residenzialità per anziani si trova infatti a svolgere il duplice ruolo di sostegno all’ospite della struttura e di accompagnamento ai familiari. Questa condizione lo obbliga a confrontarsi costantemente con regole ed aspetti istituzionali da un lato, umanità, moralità ed etica dall’altro. L’incontro, che vedrà la partecipazione in qualità di relatori gli operatori della residenza Anni Azzurri San Sisto rappresenta uno spazio di riflessione e dibattito aperto anche ai caregiver.

Nell'ambito della riservatezza e del segreto professionale insiti nel codice deontologico di riferimento, l’assistente sociale svolge il ruolo di inserimento e accoglienza dell’ospite nella struttura e, in una prima fase, di osservazione dei bisogni specifici al fine di stendere un piano di assistenza individualizzato (PAI) concordato con l’ospite e successivamente condiviso con i familiari. Entrambi, ospite e caregiver, sono coinvolti nelle decisioni da prendere: l’ospite sta al centro del progetto e del percorso, fatto di un accompagnamento quotidiano attraverso il coinvolgimento dell'équipe e della rete professionale di supporto, sotto la regia attenta dell'assistente sociale che verifica che il paziente sia sempre tutelato nel rispetto dei suoi bisogni, della sua privacy e della riservatezza.
All’interno di questo scenario, il compito dell'assistente sociale è quello di lavorare seguendo i principi di unicità dell’ospite, rispondendo al principio di autonomia dell’anziano e rendendolo un soggetto attivo e partecipe nel suo percorso di cura e assistenza.

Il corso si terrà giovedì 14 dicembre, dalle ore 9.00 alle ore 18.00 presso la residenza Anni Azzurri San Sisto in via Colognola ai Colli 8, Bergamo.

I docenti
Responsabile scientifico
Felice Lanzeni, direttore sanitario Residenza Anni Azzurri San Sisto

Relatori
Daniela Campertolio, Assistente Sociale ATS CEAD Bergamo
Emanuela Cavagnini, Assistente Sociale Residenze Anni Azzurri
Antonio Censi, Sociologo Francesca Galli, Assistente Sociale Residenza Anni Azzurri San Sisto
Felice Lanzeni, Direttore Sanitario Residenza Anni Azzurri San Sisto
Maria Grazia Piazzolla, Psicologa Residenza Anni Azzurri San Sisto
Prof. Marco Zanchi, Ricercatore Sociale e Formatore

Programma
9:00 Saluti Istituzionali
Felice Lanzeni, Francesca Galli
9:15 "Etica della cura e deontologia professionale degli Assistenti Sociali. Confini fragili",
Prof. Marco Zanchi
10:00 "La professione dell’Assistente Sociale oggi"
Emanuela Cavagnini
11:00 "Responsabilità delle professioni sociali. Istituzioni e società"
Daniela Campertolio
11:45 "Etica dell’operatore sociale ed etica dell’utente a confronto nel processo di aiuto"
Francesca Galli
12:30 Dibattito aperto.
Moderatore: Francesca Galli

14:00 "Gli spazi della creatività possibili e i limiti istituzionali presenti all’interno della professione"
Antonio Censi
14:45 "L'Assistente Sociale all’interno dell’equipe multi-disciplinare"
Francesca Galli
15:30 Workshop:"Quesiti etici nella professione dell’Assistente Sociale"
Francesca Galli, Maria Grazia Piazzolla
16:15 "I dilemmi morali. Interpretazioni e strategie"
Maria Grazia Piazzolla
17:00 Conclusioni e discussione
Moderatore: Felice Lanzeni

L’evento è rivolto agli assistenti sociali. La partecipazione è libera e prevede il rilascio di crediti formativi ECM per tutte le figure professionali aventi diritto.

Residenza Anni Azzurri San Sisto
La Residenza San Sisto di Bergamo può ospitare fino a 120 anziani con diversi livelli di non-autosufficienza parziale e totale, per un’offerta di servizi dedicati alla salute e al benessere degli ospiti a 360°. La struttura è suddivisa in nuclei da 20 ospiti, e ogni nucleo porta il nome di un quartiere di Bergamo. Al suo interno, per il benessere di tutti gli ospiti, è garantito un lavoro di assistenza e cura svolto da un’equipe multi professionale, altamente qualificata e costantemente aggiornata, che opera sulla base di un Piano di Assistenza Individualizzato, elaborato anche in collaborazione con i familiari, sempre flessibile e adattabile a variazioni del contesto, differenti da caso a caso.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta