Tutti insieme dalla parte dei piedi

Molti pensano che i plantari servano solo in caso di problemi gravi. Sbagliato! Grazie alla costante ricerca tecnologica in questo ambito, oggi rappresentano una soluzione semplice per risolvere o prevenire molti disturbi più o meno lievi e un supporto efficace per migliorare la postura, il comfort e persino le performance sportive.

«Dopo più di vent’anni in questo campo posso dire che per i piedi si può fare di più» dice Pierpaolo Gasparini, tecnico ortopedico, titolare dell’Ortopedia Tecnica Gasparini di Bonate Sopra, che ama definirsi “un professionista dalla parte dei piedi”. Una storia, la sua, ancora relativamente giovane a Bonate Sopra, dove opera dal 2011 con laboratorio e studio, ma una più che ventennale esperienza specialistica in check-up posturali, analisi del passo e costruzione di plantari su misura. «Nella gran parte dei casi si ricorre ai plantari per problematiche conclamate. Ma l’utilità dei plantari è potenzialmente molto più ampia. Diffondere la nuova cultura dei plantari significa raccontare che i plantari, oggi, offrono soluzioni a più livelli».

Cominciamo dal più noto plantare correttivo. In quali casi è utile?
Il plantare su misura correttivo è un supporto in materiale tecnologico (agli esordi in sughero etc.) che viene inserito all’interno delle scarpe per agire in compensazione e correzione di vari tipi di problematiche alluce valgo, piede cavo, spina calcaneare, piede piatto, asimmetria del bacino, solo per citarne alcune.

Che altri tipi di plantari esistono?
I plantari sportivi, una realtà ancora poco nota nonostante i notevoli vantaggi. Rappresentano un valido supporto per amplificare le prestazioni agendo in modo selettivo rispetto alla specificità della disciplina praticata, che esercita sollecitazioni diverse. Plantari “correttivi” e sportivi, che forniscono un supporto sofisticato e puntuale, necessitano di un apporto diagnostico e tecnico ad elevata professionalità poiché l’errata valutazione o la errata realizzazione possono nuocere invece che aiutare. Per questo è importante il lavoro di squadra tra gli addetti alla diagnostica e al trattamento di questi pazienti (medici specialisti quali ortopedici, pediatri, reumatologi, medici di base, osteopati, fisioterapisti, riflessologi plantari, podologi) e il tecnico ortopedico nell’individuazione della soluzione. C’è poi un altro ambito, promettente e già molto affermato in Francia e Germania, ovvero il plantare cosiddetto fisiologico e antalgico (F-A).

Di cosa si tratta?
Di un plantare, indicato per tutti coloro che non hanno problemi specifici, la cui funzione, parallelamente a quanto è avvenuto per scarpe e abbigliamento sportivi, è garantire maggior comfort nella vita di tutti i giorni adattandosi a molti tipi di scarpe. I vantaggi derivanti dall'uso dei plantari F-A sono molteplici, non ultime l'azione preventiva e di sollievo dal dolore localizzato. Il plantare F-A aiuta inoltre la circolazione sanguigna riducendo il gonfiore delle gambe ed esercita un effetto benefico sul passo che diventa più agile e composto.


Tornando all'inizio, a chi vi rivolgete per diffondere questa nuova cultura?
Ortopedia Tecnica Gasparini ha una gamma di soluzioni che farmacie, parafarmacie, palestre, negozi di scarpe, abbigliamento sportivo, centri benessere e estetici e negozi di abbigliamento da lavoro possono proporre ai loro clienti. L'evoluzione tecnologica ha reso possibile la predisposizione di prodotti standard ad alta tipizzazione, creati a partire dalla raccolta 3D della casistica "non specifica" più diffusa. è una prospettiva affascinante e promettente per clienti e operatori. 

Ortopedia Tecnica Gasparini
Via Toscanini, 61
24040 Bonate Sopra (BG)
Tel. 349 1530887- Fax 045 6770531
info@ortopediatecnicagasparini.it 

Informazione Pubblicitaria
a cura di Francesca Dogi

Food Education Italy

Bergamo salute insieme a Infosostenibile

Buon umore è salute!

Sorridi con Bergamo Salute e i simpatici Oscar&Wilde, i personaggi creati da Adriano Merigo per aggiungere un tocco di buon umore alla rivista... 

Adriano Merigo

Ultime news

Bergamo, il parco di Redona si trasforma nel regno del benessere


Una domenica di fine estate, un bel parco cittadino e 40 proposte, tutte da provare, che fanno bene al corpo, alla mente e al cuore: è Alimus Festival, manifestazione che domenica 16 settembre al parco Turani di Redona, a Bergamo, offre un viaggio tra gli operatori del benessere, le discipline sportive, i prodotti sani e sostenibili, le associazioni culturali e di promozione della Bergamasca. L’evento (dalle 9.30 alle 19, ingresso gratuito) è organizzato dalla scuola di shiatsu LAFONTE e dalla scuola Arti marziali Khawam, entrambe con sede in città, con la collaborazione dell’Aics – Associazione Italiana Cultura e Sport e con il patrocinio del Comune di Bergamo. È alla seconda edizione, dopo l’esordio nel giugno 2016 al Lazzaretto, con una nuova data, una nuova collocazione e un maggiore accento sui temi del benessere psico-fisico, della salute e della crescita personale.

La medicina narrativa nel percorso delle malattie croniche

Arriva anche a Bergamo la Medicina Narrativa, attraverso un importante Convegno che è stato organizzato dall’Associazione Bergamasca Stomizzati presso il suggestivo Auditorium San Sisto di Via Vittoria 1 a Colognola di Bergamo il 26/5 con inizio alle ore 8,30. La partecipazione è gratuita. Relatori saranno gli esperti Dr. Luigi Reale e Dr.ssa Eliana Guerra, invitati dalla stomaterapista del Papa Giovanni XXIII Viviana Melis.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta