23_Page_57_Image_0002.png

Capelli che cadono. Come affrontare il problema prima che sia tardi? Ce ne parla Domenico Vergnaghi, presidente dell'Associazione Tricologica Svenson Italia, da trent'anni impegnata in studi e ricerche per risolvere il problema della caduta dei capelli.

1. Evitate stress e diete drastiche
Forfora, prurito, sebo ma anche stress, squilibri ormonali, farmaci e diete sono i nemici che danneggiano i capelli e contribuiscono ad aumentarne la caduta. «Attenzione, non è facile riconoscere questo nemico al momento giusto. La maggiore parte delle persone si accorge del problema tardi e corre ai ripari dopo aver già perso una parte importante della capigliatura» osserva Vergnaghi.
2. Non sottovalutate i campanelli d'allarme
Una certa caduta di capelli (tra i 40 e 100 capelli) può essere considerata fisiologica. «A volte, però, i capelli che cadono non ricrescono, perché il follicolo pilifero, cioè la radice del capello, ormai è compromesso e non è più in grado di generare un capello sano. Esiste comunque un lasso di tempo in cui è possibile tornare indietro e rigenerare i follicoli. Superando questo limite, l'unico modo per riavere i propri capelli rimane il parrucchino».
3. Non pensate che sia una questione "da uomini"
«In questi decenni abbiamo assistito a un notevole incremento dei casi di diradamento e calvizie femminile e anche a un progressivo abbassamento dell'età in cui questo problema si manifesta. Per questo, una corretta prevenzione è l'unica arma efficace se non vogliamo rimpiangere i capelli perduti» continua Vergnaghi.
4. Non rassegnatevi, ma affidatevi ad esperti
Il metodo messo a punto dagli esperti Svenson permette di intervenire efficacemente anche sulla caduta dei capelli femminili e sulla loro crescita a patto che si agisca tempestivamente.

Per poter valutare le condizioni e le anomalie presenti sul cuoio capelluto è necessario un check-up approfondito che consiste in un controllo macro e microscopico del cuoio capelluto e dei capelli durante quale il tecnico tricologo aiuterà a capire la situazione e spiegherà quello che si può fare per salvare i propri capelli. Il primo nemico da eliminare è rimandare da oggi a domani. Per usufruire di questa iniziativa, basta una telefonata per prenotare il proprio check-up oppure consultate il sito www.svenson.it per richiedere un appuntamento on line.

a cura di FRANCESA DOGI
Informazione Pubblicitaria 

 

 

 



 

 

Food Education Italy

Bergamo salute insieme a Infosostenibile

Buon umore è salute!

Sorridi con Bergamo Salute e i simpatici Oscar&Wilde, i personaggi creati da Adriano Merigo per aggiungere un tocco di buon umore alla rivista... 

Adriano Merigo

Ultime news

Bergamo, il parco di Redona si trasforma nel regno del benessere


Una domenica di fine estate, un bel parco cittadino e 40 proposte, tutte da provare, che fanno bene al corpo, alla mente e al cuore: è Alimus Festival, manifestazione che domenica 16 settembre al parco Turani di Redona, a Bergamo, offre un viaggio tra gli operatori del benessere, le discipline sportive, i prodotti sani e sostenibili, le associazioni culturali e di promozione della Bergamasca. L’evento (dalle 9.30 alle 19, ingresso gratuito) è organizzato dalla scuola di shiatsu LAFONTE e dalla scuola Arti marziali Khawam, entrambe con sede in città, con la collaborazione dell’Aics – Associazione Italiana Cultura e Sport e con il patrocinio del Comune di Bergamo. È alla seconda edizione, dopo l’esordio nel giugno 2016 al Lazzaretto, con una nuova data, una nuova collocazione e un maggiore accento sui temi del benessere psico-fisico, della salute e della crescita personale.

La medicina narrativa nel percorso delle malattie croniche

Arriva anche a Bergamo la Medicina Narrativa, attraverso un importante Convegno che è stato organizzato dall’Associazione Bergamasca Stomizzati presso il suggestivo Auditorium San Sisto di Via Vittoria 1 a Colognola di Bergamo il 26/5 con inizio alle ore 8,30. La partecipazione è gratuita. Relatori saranno gli esperti Dr. Luigi Reale e Dr.ssa Eliana Guerra, invitati dalla stomaterapista del Papa Giovanni XXIII Viviana Melis.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta