Dall’Asia l’Orchestra dei sogni

129.jpg

La musica come strumento di coesione e sviluppo sociale
Lunedì 5 agosto alle 21.00, 54 giovani musicisti centroasiatici si esibiranno a Bergamo in Piazza Vecchia.

Dopo l’enorme successo riscosso in Toscana al Festival Orchestre Giovanili, l’orchestra Central Asia Youth arriva a Bergamo con un concerto di musica classica e tradizionale.

Lunedì 5 agosto alle ore 21.00, sotto i portici di Palazzo della Ragione in Piazza Vecchia, 54 musicisti provenienti da Tagikistan, Kirghizistan e Kazakistan, sotto la guida del direttore Gerardo Colella, eseguiranno due capolavori della musica classica italiana (il Preludio da “Nabucco” di Verdi, l’Ouverture da “La gazza ladra” di Rossini) e tre opere della tradizione asiatica (Ouverture “The Fingal's cave” di Mendelssohn, Polovesian dances from “The Prince Igor” di Borodin e II and IV mouvement from the fourth Symphony di Tchaikovsky).

Il progetto, realizzato dall’organizzazione umanitaria Cesvi con il sostegno della Commissione Europea, si pone come obiettivo il rafforzamento del contesto economico, sociale e umano dell’Asia centrale attraverso lo sviluppo e la promozione del settore musicale.
La dimensione europea del tour verrà suggellata dal concerto conclusivo dell’8 agosto all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles.

Con questa iniziativa il Cesvi, Ong italiana impegnata dal 2001 in Tagikistan con progetti di sicurezza alimentare, gestione delle risorse naturali e promozione dell’imprenditoria soprattutto femminile, si propone di aiutare 5.400 giovani musicisti a realizzare i propri sogni, aumentando le loro possibilità di integrazione e di networking culturale. In Asia, infatti, i ragazzi che decidono di intraprendere la carriera musicale trovano grandi difficoltà di affermazione soprattutto a causa della scarsa connessione con i network musicali internazionali.

“L’invito dell’Orchestra Central Asia Youth nel nostro territorio nasce da una precedente collaborazione con la Provincia di Bergamo, assessorati all’Agricoltura e all’Expo, che ha accolto, nel mese di maggio, una delegazione tagika di agricoltori per mostrare le attività di sviluppo agricolo e di protezione del territorio delle comunità montane” afferma Giangi Milesi, presidente Cesvi. La delegazione è stata accolta dal Presidente Ettore Pirovano e dagli assessori Silvia Lanzani ed Enrico Piccinelli e guidata alla scoperta della realtà agricola provinciale.
“Un grazie sentito va infine all’Assessore alla Cultura e Spettacolo del Comune di Bergamo Claudia Sartirani” continua Milesi “che ha contribuito all’evento mettendo a disposizione una delle location più prestigiose e suggestive della città, simbolicamente vicino alla neo inaugurata Ambasciata Europea della Cultura”.

L’appuntamento bergamasco è realizzato con la collaborazione dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Gaetano Donizetti e grazie al patrocinio dell’Assessorato all’Expo della Provincia di Bergamo e dell’Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Bergamo.

L’Ingresso all’evento è libero. Per motivi organizzativi è preferibile la prenotazione entro domenica 4 agosto.
Per maggiori informazioni e per prenotarsi, è possibile contattare Cesvi: email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel. 035 20 58 0 58

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più