La Sindrome di Angelman

105.jpg
La Sindrome di Angelman e le opportunità di sviluppo di specifici trattamenti
A Brescia un seminario del prof. Ype Elgersma

Giovedì 14 febbraio a partire dalle ore 14 presso il Dipartimento Scienze Cliniche Sperimentali dell’Università degli Studi di Brescia – Aula G – il professor Ype Elgersma, professor of Molecular Neuroscience dell’Erasmus Medical Center Rotterdam,

terrà il seminario “Neurodevelopmental disorders: from mechanisms to trials”. 
Il professor Elgersma presenterà gli ultimi dati del suo gruppo di ricerca riguardanti i meccanismi molecolari e cellulari alla base di disturbi dello sviluppo neurologico con uno specifico topic sulla Sindrome di Angelman e in particolare sulle opportunità di sviluppo di specifici trattamenti.
Introdurranno la lezione il professor Alessandro Padovani, Direttore della Cattedra di Neurologia e della Scuola di Specializzazione in Neurologia Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali – Università degli Studi di Brescia e la professoressa Elisa Fazzi, Professore Ordinario di Neuropsichiatria Infantile Direttore della Scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria Infantile Dipartimento Scienze Cliniche e Sperimentali – Università degli Studi di Brescia.
Il seminario è promosso dall’Associazione Angelman in collaborazione con il Dipartimento di Scienze cliniche sperimentali, con le Scuole di specializzazione in neuropsichiatria infantile e neurologia dell’Università di Brescia e con l’Expertise Center Encore di Rotterdam. L’iniziativa sarà patrocinata dal Rotary Club Treviglio e Pianura Bergamasca, dal Centro Territoriale Malattie Rare ASL Brescia e dal Centro di Ricerche Cliniche per le Malattie Rare Aldo e Cele Daccò Istituto Mario Negri, Ranica (Bg) e avrà luogo in occasione della Prima Giornata Internazionale sulla Sindrome di Angelman in programma il 15 febbraio.
Il seminario sarà tenuto in inglese. La partecipazione è aperta a medici e operatori interessati.

La Sindrome di Angelman è una malattia rara che colpisce circa un neonato su 12mila. I bimbi affetti da questa malattia non possono parlare, soffrono di gravi crisi epilettiche e hanno importanti difficoltà cognitive e motorie.

L’associazione Angelman Onlus è nata su iniziativa di una famiglia sul Lago d’Iseo, in Lombardia, per sostenere la ricerca scientifica sulla Sindrome di Angelman, una malattia genetica rara che si manifesta nei bambini a pochi mesi dalla nascita e che comporta gravi disabilita motorie e cognitive. 

L’Associazione non ha fini di lucro e ha lo scopo di finanziare i progetti di ricerca nazionali e internazionali più promettenti per arrivare quanto prima a una cura.
Il traguardo non sembra lontano.
Si è avviato un percorso di altissimo livello che apre possibilità concrete per i malati.
 Gli scienziati sono già in grado di annullare i sintomi associati alla sindrome nel modello murino e ciò suggerisce che una cura non è solo possibile, ma vicina.
 Le scoperte scientifiche più recenti danno ulteriori speranze.

Tutti coloro che collaborano con l’Associazione a realizzare le iniziative di promozione, informazione e raccolta fondi sono volontari. Nessuno percepisce compenso.
 Le elargizioni solo disposte alla luce del parere espresso da eminenti medici e scienziati, anch’essi volontari, e sono interamente destinate alla ricerca scientifica.

Per informazioni: Associazione Angelman Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – cell. 349 2447559 – www.associazioneangelman.it

Fonte: Associazione Angelman Credaro


Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più