Vaccini: cosa fare

vaccini 2017

Alla luce dell’entrata in vigore della nuova normativa nazionale sulla prevenzione vaccinale, legge n. 119 del 31 luglio 2017, Ats Bergamo comunica l’iter da seguire per essere in regola rispetto a quanto richiesto. Secondo quanto previsto dalla normativa, infatti,chi non sarà conforme agli obblighi vaccinali non potrà accedere ai nidi e ai servizi per l’infanzia, mentre per la fascia 6-16 anni sarà garantita la frequenza ma con sanzioni pecuniarie da 100 a 500 euro.

Per scongiurare queste ipotesi è necessario seguire un preciso iter. In caso di obbligo vaccinale completamente assolto (le vaccinazioni obbligatorie sono dieci, quattro le vaccinazioni fortemente consigliate), i genitori dovranno presentareentro il 10 settembreagli asili nido e ai servizi per l’infanzia edentro il 31 ottobrealla scuola dell’obbligo frequentata dal proprio figlio, unmodulo di auto-certificazioneche attesti lo status vaccinale del bambino. Il modulo potrà essere scaricato al seguente link http://www.ats-bg.it/servizi/gestionedocumentale/ricerca_fase03.aspx?ID=29209

All’autodichiarazione, inoltre,entro il 10 marzo 2018,dovrà seguire la presentazione delcertificato vaccinalerilasciato dalla sede vaccinale competente che assolverà il debito per Anno Scolastico 2017/2018.

Qualora, invece, ci fossero delle vaccinazioni obbligatorie non ancora effettuate, sarà necessario inviare prova dell’appuntamento fissato per la vaccinazionevia mail in posta PEC, per raccomandata R/R o brevi manu. Ulteriori informazioni sono disponibili su Ats Bergamo – Documentazione sanitaria da presentare per l'anno scolastico 2017/2018.

In caso di omissione o differimento delle vaccinazioni obbligatorie, è richiesta l’attestazione da parte del medico di medicina generale o del pediatra di famiglia con specifica documentazione, coerente alle linee ministeriali. E la stessa attestazione è richiesta anche in caso di esonero poiché giàimmunizzati per malattia naturale, con l’aggiunta di un’analisi sierologica anticorpale che dimostri la pregressa malattia o la notifica di malattia infettiva effettuata all’Ats dal medico curante.

Ats Bergamo ricorda che l’estensione della vaccinazione rappresenta un progresso nella tutela della salute della collettività e di ciascuna persona. Se molti soggetti all’interno di un gruppo sono vaccinati contro una determinata malattia infettiva, infatti, si riduce il numero di coloro che possono ammalarsi e con il tempo la malattia cessa di manifestarsi in quel gruppo, sfruttando la cosiddetta “immunità di gregge” (herd immunity) che si viene a creare.

Perprenotare una vaccinazioneè necessario contattare le ASST Bergamo Ovest (Piazzale Ospedale 1 Treviglio 24047 BG, per i residenti negli Ambiti Territoriali di Treviglio e Romano di Lombardia - Segreteria PRESST Dalmine 
Viale Betelli 2 - Dalmine 24044, per i residenti nell'Ambito Territoriale di Dalmine – Segreteria PRESST Ponte San Pietro
Via Caironi 7- Ponte San Pietro 24036, per i residenti nell'Ambito Territoriale di Isola B.sca,ASST Bergamo Est (Clusone, Via Somvico, 2 - Gazzaniga, Via Manzoni 98 - Grumello del Monte, Via Nembrini,1 - Lovere, Piazzale Bonomelli,8 - Sarnico, Viale Libertà, 37 - Seriate, Via Paderno, 40 - Trescore B.rio, Via Mazzini,13) e ASST Papa Giovanni XXIII (Piazza OMS 1 - 24127 Bergamo), Per sedi, orari e informazioni di contatto consultareATS Bergamo – PRESST.

Per tutti gli approfondimenti: ATS Bergamo – Vaccinazioni.

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più