ll primo contraccettivo orale equivalente

72.jpg
Un terzo delle italiane che usa contraccettivi orali oggi può risparmiare: è finalmente disponibile in farmacia il primo contraccettivo orale equivalente a base di drospirenone. Stessa efficacia del farmaco di marca ad un costo inferiore.

Minor costo, maggiori benefici: è questo il binomio della moderna contraccezione, dal mese di Maggio 2012  è presente, in tutte le farmacie, il primo contraccettivo orale equivalente di ultima generazione a base di drospirenone, con basse quantità di estrogeni, disponibile anche in multi-confezione trimestrale, con un considerevole risparmio economico e di tempo.
Sono disponibili confezioni a base di drospirenone e  30 mcg di etinilestradiolo in confezione 1x21 compresse da un blister e in confezione 3x21 da 3 blister e a base di drospirenone e 20 mcg di etinilestradiolo in confezione 1x21 compresse da un blister e in confezione 3x21 da 3 blister.

Il drospirenone è il progestinico più utilizzato dalle donne italiane, infatti le pillole a base di questo progestinico rappresentano il 35% di tutto il mercato dei contraccettivi orali vendute in farmacia, insomma 1 donna su 3 assume questo progestinico, con un giro d’affari pari a 80 milioni di euro. “Il drospirenone - spiega Tiziano Motta, responsabile dei Servizi di Ginecologia dell’Infanzia e dell’Adolescenza e di Endocrinologia Ginecologica e Contraccezione della Fondazione IRCCS Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico di Milano – è  una molecola derivata dallo spironolattone (diuretico), mantenendo un elevato profilo progestinico che svolge a tutti gli effetti con una azione inibitoria sull’ovulazione, offre anche il vantaggio di ridurre la ritenzione idrica. Inoltre, grazie all’azione antagonista sui recettori degli androgeni potenzia l’efficacia del contraccettivo nel combattere i disturbi di acne e peluria (irsutismo). Il contraccettivo equivalente a base di drospirenone offre una doppia formulazione a 30 mcg, la cui combinazione con un progestinico a prevalente attività antiandrogenica garantisce un miglior controllo sia sull’acne sia sulla regolarizzazione del ciclo mestruale e 20 mcg di etinilestradiolo, più adatta per le donne che soffrono di sindrome premestruale o che non desiderano aumentare di peso.”.

L’introduzione del nuovo farmaco equivalente porterà notevoli vantaggi alle consumatrici, a partire proprio dal costo inferiore: il risparmio, infatti, è di circa il 20% rispetto al farmaco “griffato”. Il prezzo del contraccettivo orale rappresenta un problema per una donna su cinque (come emerge da una recente indagine svolta dall’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna O.N.Da), anche per questo motivo il 94% del campione intervistato è favorevole al passaggio ad un contraccettivo equivalente. Il consumo della pillola generica, nell’ultimo anno, ha avuto un incremento del 20%: una percentuale destinata ad aumentare, nei prossimi mesi, anche grazie all’arrivo del nuovo contraccettivo orale equivalente. L’introduzione del concetto della multiconfezione “3x21” porta ad un risparmio economico ancora più alto ed è particolarmente apprezzata (come emerge sempre dall’indagine O.N.Da) dal 75% delle donne intervistate per la sua praticità.

 

 


Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più