Bollini Rosaargento: premiate da onda 10 Residenze Anni Azzurri

Bollini Rosaargento: premiate da onda 10 Residenze Anni Azzurri

Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, ha assegnato i Bollini RosaArgento alle residenze sanitarie attente al benessere della donna anziana e alla tutela della sua dignità: 10 delle strutture premiate fanno parte del network Residenze Anni Azzurri.
Premiata la residenza Anni Azzurri San Sisto di Bergamo

Milano, 8 novembre 2016 – Sono dieci le residenze Anni Azzurri premiate da Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, nell’ambito della prima edizione dei Bollini RosaArgento, il riconoscimento attribuito alle strutture, pubbliche o private accreditate, attente alla salute, al benessere e alla dignità delle persone ricoverate, in particolare della donna.
Uno degli obiettivi dei Bollini RosaArgento è di fornire alle famiglie uno strumento di orientamento, una sorta di “Tripadvisor sociale”, per scegliere il luogo di ricovero più adatto per i propri cari non autosufficienti.
Le strutture Anni Azzurri premiate sono la residenza Cit Turin di Torino, Il Giardino di Bagnolo in Piano (RE), La Corte di Marene (CN), Le Grange di Riva Ligure (IM), Mirasole di Opera/Noverasco, Palladio di Dormelletto (NO), Parco Sempione di Milano, Rezzato di Brescia, San Luca di Milano e San Sisto di Bergamo.

Nel panorama delle Residenze Sanitarie Assistenziali, che in Italia sono più di 2.000, sono 99 le Rsa premiate da Onda perché in possesso dei requisiti per garantire la migliore accoglienza degli ospiti: non solo caratteristiche socio-sanitarie, come appropriatezza dell’assistenza clinica, caratteristiche strutturali e servizi offerti, ma anche attenzione all’aspetto umano.

“Ricevere questo importante riconoscimento da parte di Onda ci rende orgogliosi – ha commentato Paolo Tassinari, amministratore delegato di Residenze Anni Azzurri – perché da sempre Anni Azzurri è attenta al benessere psicologico e relazionale dei suoi ospiti. Offriamo costantemente un servizio ottimale, con il supporto di personale qualificato, in un ambiente accogliente e familiare, sia nello svolgimento delle attività quotidiane, sia in risposta alle esigenze mediche e riabilitative, trasformando la struttura in un vero e proprio punto d’incontro e scambio aperto all’intero territorio”.

In Italia sono oltre 13 milioni gli over 65 - 7,5 milioni sono donne - e si stima saranno oltre 20 milioni fra 50 anni[1]. L’invecchiamento della popolazione comporta una serie di conseguenze in termini di fragilità della persona, malattia e disabilità, che, unite al fenomeno di mutamento del tessuto familiare in atto, rendono più complessa la gestione della persona non autosufficiente. Per questo Onda sulla base dell’esperienza positiva dei Bollini Rosa, ha deciso di rivolgere la propria attenzione al mondo delle Rsa.
In Lombardia sono 1,2 milioni le donne over 65, 3 su 4 hanno almeno una malattia cronica, meno del 40% è in buona salute e oltre 50 mila risiedono in una Rsa.

La femminilizzazione del settore socio-sanitario
“L’attività svolta all’interno delle residenze Anni Azzurri, circa 50 sul territorio italiano, distribuite in sette regioni – osserva il responsabile marketing e comunicazione di residenze Anni Azzurri, Matteo Tessarollo – ci ha permesso di raccogliere dati interessanti sul fenomeno della femminilizzazione del settore sociosanitario: è la donna che quotidianamente ricopre un ruolo fondamentale nella cura e nell’assistenza dei propri cari e decide a chi delegare tale cura quando non è più in grado di farsene carico”.
Un fenomeno che si manifesta in molti aspetti:
- le degenti donne sono di più rispetto agli uomini (70% vs 30%);
- sono quasi sempre donne le persone che chiamano i centralini/numero verde Anni Azzurri per richiedere informazioni, assistenza e supporto;
- sono la maggioranza delle risorse che operano all’interno delle strutture, circa l’83% tra operatrici assistenziali, assistenti sociali e infermiere;
- anche a livello dirigenziale quasi il 60% dei direttori di struttura sono di sesso femminile.

“La femminilizzazione del settore sanitario-assistenziale - afferma Francesca Merzagora, presidente di Onda - risulta sempre più evidente poiché la donna assume un ruolo attivo nella cura e nell’assistenza degli ospiti in qualità di personale sanitario, di case manager e a livello gestionale, nella direzione della struttura stessa. Onda ha realizzato l’iniziativa ‘Bollini RosaArgento’, con l’obiettivo di creare un network di Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) attente al benessere in particolare della donna anziana e alla tutela della sua dignità, dando un riconoscimento alle strutture in possesso di requisiti, identificati da una Commissione multidisciplinare di esperti, indispensabili per garantire una gestione personalizzata, efficace e sicura degli ospiti”.

Le Rsa premiate saranno coinvolte in iniziative rivolte sia agli ospiti sia alle loro famiglie: giornate dedicate alla prevenzione di particolari problematiche e malattie correlate all’invecchiamento con focus sulle donne, open day e visite guidate della struttura.

Residenza Anni Azzurri San Sisto
La Residenza San Sisto di Bergamo può ospitare fino a 120 anziani con diversi livelli di non-autosufficienza parziale e totale, per un’offerta di servizi dedicati alla salute e al benessere degli ospiti a 360°.
La struttura è suddivisa in nuclei da 20 ospiti, e ogni nucleo porta il nome di un quartiere di Bergamo.
Al suo interno, per il benessere di tutti gli ospiti, è garantito un lavoro di assistenza e cura svolto da un’equipe multi professionale, altamente qualificata e costantemente aggiornata, che opera sulla base di un Piano di Assistenza Individualizzato, elaborato anche in collaborazione con i familiari, sempre flessibile e adattabile a variazioni del contesto, differenti da caso a caso.

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più