Allo Juventus Stadium aria da Champions

juventustadium.jpg

L’intervento di BG Service, impresa di pulizia di Bergamo specializzata nella bonifica e sanificazione degli impianti aeraulici, pone la struttura all’avanguardia in termini di sicurezza e salute.

Noblesse oblige: la regina d’Italia non teme avversari sul terreno di gioco, ma non fa sconti nemmeno in termini di sicurezza e salute.
Campioni nello sport, primi assoluti (in Italia) nel progettare e realizzare un impianto sportivo all’altezza del calcio moderno, la società calcistica Juventus Football Club risulta all’avanguardia anche dal punto di vista dell’attenzione alla salute, pulizia e vivibilità dei suoi ambienti indoor.
Uno stadio con una capienza pari a oltre 41 mila spettatori e una superficie totale di 335 mila metri quadrati, di cui quasi 180 mila dedicati a strutture e servizi commerciali comprensivi di Juventus Museum, ristoranti e bar, non può ammettere falle difensive nemmeno nella prevenzione dei rischi insiti nei luoghi con elevato afflusso di persone: la proliferazione di batteri, microbi e microorganismi facilmente inalabili che possono causare asma, bronchiti, allergie o portare nei casi più gravi a infezioni da legionella.

Obiettivo: pulizia da campioni
Nei luoghi dove esistono importanti impianti di ventilazione, riscaldamento e condizionamento che prevedono il passaggio di aria, se non si vuole correre ai ripari per recuperare una partita persa in partenza, la bonifica e la sanificazione delle condutture risulta essenziale.
La miglior difesa è l’attacco, si sa, e allora meglio convocare una squadra di professionisti in grado di prendere in contropiede gli avversari, anche i più ostici e ostinati come possono essere i batteri che si aggirano a bordo campo, negli spogliatoi o negli ambienti interni frequentati dai visitatori dello stadio, nei negozi, ristoranti o nell’area uffici e servizi.
In collaborazione con la Cooperativa Officinae di Torino che si occupa della manutenzione degli impianti aeraulici e idrici dello Juventus Stadium, l’azienda BG Service, impresa di pulizia di Bergamo specializzata nella bonifica e sanificazione degli impianti aeraulici (www.bgservicebergamo.com ), è intervenuta con un’operazione di bonifica ad elevato tasso di esperienza, preparazione atletica e tecnologica.

La partita e la tattica di gioco
Prima di scendere in campo per affrontare una partita così impegnativa, è basilare un buon allenamento e una preparazione specifica: la bonifica vera e propria è difatti stata preceduta dall’applicazione di tamponi, poi trasportati in un laboratorio di analisi esterno e certificato, per la valutazione della carica batterica. Studiati accuratamente gli avversari, ecco il fischio d’inizio: le prime fasi dell’operazione sono consistite nella spazzolatura e pulizia dei canali d’aria grazie alla sapiente combinazione e uso delle forze tecnologiche messe in campo, in primis la macchina spazzolatrice e robot d’ultima generazione con schemi di gioco già ampiamente consolidati ed efficaci.
Il primo tempo ha previsto la depressurizzazione del canale d’aria e chiusura con nastro calamitato di tutti gli anemostati e le griglie di immissione o estrazione, a eccezione di una sola possibile entrata, utile per inserire la macchina e il robot per la rimozione e scrostatura dello sporco. Allo stesso modo è stata individuata un’unica uscita dove è stato posizionato un aspiratore con filtro HEPA, ideale per trattenere i batteri.
Nella ripresa è sceso in campo il tecnologico Cleancube, macchinario e asso nella manica del team guidato da BG Service. Ripetendo il procedimento di sigillazione del canale d’aria con nastro calamitato e cartina tornasole all’uscita, la seconda fase ha previsto la vera e propria sanificazione dell’impianto aeraulico e la nebulizzazione di un sanificante biodegradabile.
Il cambiamento di colore della cartina tornasole ha indicato che il canale è andato in saturazione del prodotto e -senza temere alcuna moviola- è stato possibile giudicare l’intervento di sanificazione completato e ben riuscito.

Conferenza stampa e interviste
“Siamo decisamente soddisfatti del risultato che certifica la serietà e la preparazione della nostra squadra capace di mettere a disposizione il giusto mix di esperienza e innovazione, adeguate anche in ambienti così importanti e in location d’eccezione: in ogni ospedale, centro servizi, aziende, banche, palestre, scuole ed enti pubblici sappiamo di poter competere e combattere le minacce alla salute per lavoratori e per visitatori di ogni tipologia di luogo - commenta Gianluca Biffi titolare di BG Service. “La sanificazione è un obbligo di legge per tutti i possessori di impianti aeraulici ed è sancita per di più dal Decreto Ministeriale n. 38 del 2008 sulla prevenzione e controllo della legionellosi, ma soprattutto deve divenire un obbligo etico e morale di ogni responsabile d’azienda” dichiara Andrea Rota responsabile commerciale di BG Service.

Strategie vincenti per un campionato impegnativo
Il caso esemplare dello Juventus Stadium conferma la strategia vincente per il campionato più importante e delicato di tutti, perché la partita della sicurezza e della salute non si può prendere sotto gamba. Con un adeguato intervento di bonifica degli impianti si può ottenere un miglior ricambio d’aria grazie alla pulizia della canalizzazione, un miglior controllo dell’umidità, la diminuzione sensibile nell’ambiente di agenti inquinanti pericolosi e, oltre che benefici sul personale addetto, si ottengono effetti positivi anche contro la contaminazione degli stessi materiali e macchinari di lavoro.
Un qualsiasi allenatore alla pari di un qualsiasi titolare di azienda sa quanto sono importanti le condizioni per creare un buon ambiente di lavoro. Nella salute, come nel calcio, le sorprese sono sempre in agguato, occorre essere sempre preparati e non ci si può mai permettere di abbassare la guardia.
Le certezze invece sono poche e radicali : il pallone è rotondo, per ogni partita occorre attendere il 90° minuto e il verdetto finale arriva sempre e solo a fine stagione. Ma allo Juventus Stadium l’aria che si respira è già da campioni.

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più