Giornata Mondiale contro la Fibrillazione Atriale

Giornata Mondiale contro la Fibrillazione Atriale

La maggior parte delle aritmie sono innocue ma, a volte, possono arrecare gravi danni a diversi organi. In occasione della Giornata Mondiale contro la Fibrillazione Atriale, che cade ogni anno il 2° sabato di settembre, la Struttura Semplice Dipartimentale di Elettrofisiologia ha deciso di affrontare con i cittadini questo argomento.

I medici della struttura effettueranno gratuitamente, su prenotazione, degli incontri di educazione sanitaria con la popolazione, in cui si parlerà di:

- fibrillazione atriale: cos’è e come riconoscerla
- rischio trombo-embolico nella fibrillazione atriale
- check del proprio polso per rilevare le anomalie del ritmo cardiaco

Al termine sarà possibile visualizzare il tracciato elettrocardiografico dei partecipanti attraverso un dispositivo che consente l’eventuale rapido ed efficace riconoscimento delle anomalie del ritmo cardiaco.

COME PRENOTARSI:
Le prenotazioni dovranno pervenire alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 12 settembre, allegando alla mail la copia fronte/retro (o l’immagine) della propria Tessera Sanitaria CRS e scrivendo un proprio recapito telefonico per richiamarvi e fissare l’incontro nei giorni successivi.

La fibrillazione atriale è un’aritmia cardiaca in cui il battito è completamente irregolare e spesso tachicardico. Durante quest’aritmia, il cuore non è in grado di svolgere correttamente la sua funzione fisiologica di pompare ritmicamente un’adeguata quantità di sangue ai vari organi del corpo, in particolare al cervello, ai reni e al cuore stesso (attraverso le coronarie), provocando talora lo scompenso cardiaco.

Inoltre, nelle cavità cardiache dove ha sede tale aritmia (le cavità atriali) si possono formare coaguli di sangue che possono provocare embolie a tutti gli organi, spesso proprio al cervello. Tuttavia la fibrillazione atriale spesso non determina alcun sintomo al suo esordio e pertanto viene diagnosticata durante accertamenti eseguiti per altri motivi o quando, purtroppo, ha iniziato a causare importanti danni.

Rossella Prandina

Addetto Stampa A.O. Treviglio
Piazzale Ospedale 1
24047 Treviglio -BG-
Tel. 0363/424639
Fax: 0363/424859
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più