Stare vicino ad un malato d’Alzheimer

124.jpg

Organizzato in collaborazione con l’Ambito Territoriale di Seriate si propone il percorso formativo:
Ti voglio riconoscere. Stare vicino ad un malato d’Alzheimer.
Percorso per care giver, familiari, operatori e volontari.

Con il progressivo invecchiamento della popolazione sono andate aumentando tutte le patologie croniche associate all’età. Tra queste l’Alzheimer, una sindrome che presenta un andamento progressivo a forte impatto sociale, non solo per le sue complessive dimensioni, ma anche perché è mutato il contesto in cui viene gestita (famiglie nucleari, reti sociali rarefatte, …).
Si è di fronte ad una malattia che dura a lungo e che cambia continuamente. È dunque necessario fare riferimento a nuovi modelli di cura, attenti al bisogno che muta, ma anche all’intreccio delle risorse che è necessario attivare sia all’interno dei contesti familiari, sia dentro la rete dei servizi, che nel territorio. È infatti necessario garantire un forte supporto al malato e in particolare alla sua famiglia, che sia costruito sulla cooperazione fra servizi pubblici e privati e sulla collaborazione tra operatori e volontari. Tutto ciò affinché i problemi complessi connessi alla condizione del malato e della famiglia siano presi in carico in modo coordinato ed efficace, attraverso interventi finalizzati a garantire ascolto, informazione e formazione ai vari soggetti e attori sociali che ruotano intorno al problema.
Facendo seguito ad un incontro di sensibilizzazione promosso dal Comune di Scanzorosciate, si propone ora un percorso rivolto a tutti i cittadini interessati e alle persone che, a diverso titolo, sono direttamente coinvolte nell’assistenza alla persona affetta dalla malattia di Alzheimer: i familiari, gli operatori e i volontari che collaborano con servizi e famiglie.

MODULO INFORMATIVO
1° incontro mercoledì 19 febbraio ore 20.45 c/o Comune di Scanzorosciate, P.zza della Costituzione, 1
Le demenze senili e la malattia di Alzheimer
Gianluigi Viganò, direttore sanitario R.S.A. Piccinelli di Scanzorosciate e Casazza

2° incontro mercoledì 26 febbraio ore 20.45 c/o Comune di Scanzorosciate, P.zza della Costituzione, 1
La perdita dell’identità, il cambiamento del comportamento e la relazione con la persona malata. Aspetti psicologici
Stefania Mascheroni, psicologa presso i Consultori Familiari della Fondazione Angelo Custode Onlus

3° incontro mercoledì 12 marzo ore 20.45 c/o biblioteca di Seriate, via Italia 58
Aiutare la persona malata e la sua famiglia
Barbara Corti, coordinatrice Area Anziani Comune di Scanzorosciate e
Delio Cortinovis, educatore ed operatore di sportello Alzheimer

4° incontro giovedì 20 marzo ore 20.45 c/o biblioteca di Seriate, via Italia 58
La rete territoriale come risorsa per i problemi legati alla non autosufficienza
Giuliana Mazzoleni coordinatore sanitario distretto di Seriate e
Simona Trapletti, assistente sociale Comune di Grassobbio.

La partecipazione al modulo informativo del percorso è libera.

LABORATORI DI CONFRONTO E APPROFONDIMENTO
Sede: presso il Comune di Scanzorosciate, P.zza della Costituzione, 1.

La conduzione dei laboratori è affidata a Stefania Mascheroni, psicologa presso i Consultori Familiari della Fondazione Angelo Custode Onlus

Per partecipare ai laboratori di confronto e approfondimento è necessario far pervenire la scheda di iscrizione - a mano, via fax o via e-mail - alla segreteria organizzativa del Consultorio Familiare Zelinda. La partecipazione è gratuita previo iscrizione in uno dei due gruppi.
Iscrizioni entro e non oltre il 20 marzo 2014
CONSULTORIO FAMILIARE ZELINDA
via Fratelli Calvi, 1 – Trescore Balneario
tel. 035.4598380 fax 035.4598389 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più