Interazione per l’integrazione

face2face_interno.jpg

Face2Face, interazione per l’integrazione. Una mostra fotografica sperimentale per rompere gli stereotipi sulla migrazione

18 scatti a colori realizzati da persone di varie nazionalità per conoscere da vicino i diversi mondi che coabitano Bergamo

Dal 23 ottobre al 3 novembre dalle ore 10 alle 18 nella Sala delle Lettere presso l’Ambasciata Culturale Europea in Piazza Vecchia – Bergamo Alta

Inaugurazione venerdì 25 ottobre ore 18

Venerdì 25 ottobre alle ore 18 nella sala delle Lettere dell’Ambasciata Culturale Europea in Piazza Vecchia, a Bergamo Alta, verrà inaugurata la mostra fotografica sperimentale “Face2Face - Interazione per l’integrazione”.
All’evento saranno presenti Giangi Milesi, Presidente Cesvi, Claudia Sartirani, Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo e il curatore Giovanni Diffidenti.

La mostra resterà aperta al pubblico, con ingresso libero, da mercoledì 23 ottobre a domenica 3 novembre dalle ore 10 alle 18.
Questa collettiva fotografica, curata dal reporter Giovanni Diffidenti, comprende 18 immagini a colori scattate da persone di diverse nazioni residenti tra Bergamo e Milano che, tra aprile e maggio 2013, hanno partecipato al corso di fotografia promosso da Cesvi nell’ambito del progetto europeo “Face2Face. Facilitating dialogue between migrants and European citizens”.

“Siamo lieti di ospitare questa iniziativa internazionale presso l’Ambasciata Culturale Europea - sottolinea l’Assessore Claudia Sartirani - “poiché rafforza l’impegno e l’obiettivo della Candidatura di rendere l’Ambasciata luogo di scambio e di incontro a Bergamo per artisti ed esponenti del mondo culturale a livello europeo.”
Il progetto Face2Face, realizzato grazie al contributo della Commissione Europea - Fondo Europeo per l’integrazione, si propone di rompere gli stereotipi, i cliché e le connotazioni negative in cui è facile imbattersi quando si parla di migrazione e integrazione. Per raggiungere l’obiettivo di cambiare il sentire e l’attitudine dell’opinione pubblica è indispensabile partire da una corretta lettura e comunicazione del fenomeno da parte dei media e far sì che anche i migranti facciano la propria parte, imparando a comunicare e a comunicarsi.

Face2Face si svolge in quattro Paesi europei (Italia, Repubblica Ceca, UK e Spagna) coinvolgendo migranti, seconde generazioni e cittadini locali in percorsi di avvicinamento a vecchi e nuovi strumenti di comunicazione.
In ciascuno di questi Paesi è in corso un’esposizione realizzata da persone di diverse nazionalità che hanno partecipato a un percorso fotografico analogo a quello proposto a Bergamo da Cesvi. Gli scatti più significativi dei quattro Paesi saranno in mostra a Londra nel giugno 2014.

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più