18_Page_33_Image_0001.jpg

Forfora, prurito, sebo ma anche stress, squilibri ormonali, farmaci, diete e prodotti troppo aggressivi, sono i nemici che danneggiano i nostri capelli e contribuiscono ad aumentarne la caduta. Un problema che non riguarda solo gli uomini ma, sempre di più, tocca da vicino anche donne e giovani, con tutto il disagio che ne deriva. Riconoscerlo al momento giusto non è facile. «La maggiore parte delle persone si accorge del problema tardi e viene da noi dopo aver già perso una parte importante della capigliatura» conferma Domenico Vergnaghi, presidente dell'Associazione Tricologica Svenson Italia, che da trent'anni si occupa di studi e ricerche per risolvere il problema della caduta dei capelli.

Tutti perdiamo fisiologicamente una certa quantità di capelli. Ma una volta caduti non vengono sostituiti da altri nuovi?
Purtroppo non sempre funziona così. Succede che i capelli cadono ma non ricrescono, perché il follicolo pilifero, cioè la radice del capello, ormai è compromessa, si sta atrofizzando e non è più in grado di generare un capello nuovo. Questo significa che in quel preciso punto non crescerà mai più un capello. Esiste comunque un lasso di tempo in cui è possibile intervenire, tornare indietro e rigenerare i follicoli. Rassegnarsi, infatti, non serve. Il metodo messo a punto dai nostri esperti permette di intervenire efficacemente sulla caduta dei capelli e favorirne la crescita a patto che sia tempestivo.

Giocare d'anticipo: è questa quindi la parola chiave. Ma come?
Proprio per aiutare le persone a riconoscere il problema da subito, senza sottovalutarlo, l'Associazione Tricologica Svenson mette a disposizione presso le strutture indicate i propri professionisti tricologi. La nostra esperienza di oltre 50 anni, accompagnata da continue ricerche, conferma che intervenendo in tempo, questo processo può essere controllato e ristabilite le condizioni per una normale ricrescita. E questo vale sia per gli uomini sia per le donne. Già dal primo manifestarsi delle anomalie, quali la pitiriasi (forfora), l'ipersecrezione sebacea (seborrea oleosa), l'anomalo proliferare della flora batterica e dei miceti presenti sul cuoio capelluto e del conseguente prurito è possibile evitare l'assottigliamento dei capelli, il conseguente diradamento e la calvizie.

In che modo si svolge il controllo?
Per poter valutare le condizioni e le anomalie presenti sul cuoio capelluto, è necessario un check up approfondito, cioè un controllo macro e microscopico del cuoio capelluto e dei capelli durante il quale il tecnico tricologo aiuterà a capire la situazione e spiegherà quello che si può fare per salvare i propri capelli.

ASSOCIAZIONE TRICOLOGICA SVENSON
PRENOTA SUBITO IL TUO CHECK-UP
Bergamo C/O Poliambulatorio Habilita San Marco 
Piazza della Repubblica, 10
tel. 035.222062
Clusone C/O Poliambulatorio Habilita
Via Zucchelli, 2 - tel. 0346.22654
Gorle C/O Centro Medico M.R. Via Roma, 32 tel.035.290636
Milano Via Spontini, 1 - tel. 02. 782178
oppure on-line su www.svenson.it

a cura di FRANCESCA DOGI
Informazione Pubblicitaria 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 



 

Buon umore è salute!

Sorridi con Bergamo Salute e i simpatici Oscar&Wilde, i personaggi creati da Adriano Merigo per aggiungere un tocco di buon umore alla rivista... 

Adriano Merigo

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più

Ultime news

La medicina narrativa nel percorso delle malattie croniche

Arriva anche a Bergamo la Medicina Narrativa, attraverso un importante Convegno che è stato organizzato dall’Associazione Bergamasca Stomizzati presso il suggestivo Auditorium San Sisto di Via Vittoria 1 a Colognola di Bergamo il 26/5 con inizio alle ore 8,30. La partecipazione è gratuita. Relatori saranno gli esperti Dr. Luigi Reale e Dr.ssa Eliana Guerra, invitati dalla stomaterapista del Papa Giovanni XXIII Viviana Melis.

Bergamo si illumina di viola

19 maggio 2018: Porta San Giacomo a Bergamo, la Rotonda di San Tomè di Almenno San Bartolomeo, la Basilica Romanica di Santa Giulia di Bonate Sotto, il Monumento ai Caduti di Brusaporto e la Chiesa di San Michele di Chiuduno si tingono di viola. Giornata Mondiale delle Malattie Infiammatorie Croniche dell'Intestino: monumenti viola in 40 città, un convegno con i massimi esperti italiani e campagna social per comunicare meglio con i medici #VorreiCheIlMioMedicoSapesseChe

prof salute 2018 250px

Sfoglia Il professionista della salute su Issuu

prof citta 2018 250px

Sfoglia Il professionista della tua città su Issuu