21_Page_29_Image_0002.png

«I dati della ASL di Bergamo parlano chiaro: si stima che nella nostra provincia siano oltre 50 l'anno i morti per tumore polmonare causati da gas Radon, mentre l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito che il Radon è la seconda causa di tumore polmonare dopo il fumo di tabacco». Chi parla è Sandro Fornai, ingegnere bergamasco che si occupa di misurazione e bonifica da gas Radon. «Purtroppo la percezione da parte della popolazione è ancora molto ridotta, inferiore ad esempio a quella verso inquinanti noti come il benzene, l'amianto o fattori di rischio solo ipotizzati come i campi elettromagnetici» aggiunge Fornai. Il Radon è un gas radioattivo invisibile, incolore e inodore, prodotto dal decadimento radioattivo dell'uranio, presente quasi ovunque nel suolo e nelle rocce. Quando fuoriesce dal terreno nell'atmosfera tende a disperdersi rapidamente, mentre se penetra negli ambienti chiusi (case, scuole, ambienti di lavoro, etc.) può raggiungere concentrazioni pericolose per la salute, perché aumenta la probabilità di contrarre un tumore polmonare.

Aerare i locali, dove è possibile, ne abbassa momentaneamente la concentrazione, ma non impedisce che nelle ore successive torni ad accumularsi. «Ci sono aree più a rischio, ma non c'è zona che si possa dire indenne. Come avviene in altri Paesi, la concentrazione di Radon dovrebbe essere misurata in tutti gli edifici, soprattutto dove il pericolo è maggiore, come nei piani terra e interrati, particolarmente in costruzioni di vecchia realizzazione. 
Mi è capitato nel mio lavoro di rilevare alte concentrazioni di Radon ad esempio in taverne, locali che nelle nostre case sono spesso utilizzati dalle famiglie nel tempo libero» continua l'esperto.
La misura della concentrazione di Radon può essere fatta in modo semplice, affidabile e poco costoso con dispositivi di piccole dimensioni (dosimetri) sensibili alle radiazioni che vanno posizionati negli ambienti da monitorare per un periodo di alcuni mesi, meglio nelle stagioni fredde, e poi analizzati da un laboratorio certificato. 

ICO SAS
ICO sas svolge:
• Misure della concentrazione di Radon a lungo e a breve periodo o monitoraggio in continuo.
• Consulenza a datori di lavoro, costruttori edili e progettisti, pubbliche amministrazioni per la prevenzione del rischio Radon e per l'adozione di azioni di rimedio in caso di superamento dei limiti di concentrazione.
• Progettazione e realizzazione opere di bonifica degli ambienti per ridurre la concentrazione di Radon al di sotto dei limiti, negli ambienti di lavoro secondo D.Lgs 241/00 e nelle abitazioni secondo la Raccomandazione Euratom 143/90.

ICO Sas
Servizi rilevazione e bonifica gas Radon
Via Piemonte 19
24022 Alzano Lombardo
Ing. Giovanni Lazzaroni Tel. 3293053575
Ing. Sandro Fornai Tel. 3489000282
info@icoradon.it
www.icoradon.it

a cura di FRANCESCA DOGI

Informazione Pubblicitaria

Buon umore è salute!

Sorridi con Bergamo Salute e i simpatici Oscar&Wilde, i personaggi creati da Adriano Merigo per aggiungere un tocco di buon umore alla rivista... 

Adriano Merigo

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più

Ultime news

La medicina narrativa nel percorso delle malattie croniche

Arriva anche a Bergamo la Medicina Narrativa, attraverso un importante Convegno che è stato organizzato dall’Associazione Bergamasca Stomizzati presso il suggestivo Auditorium San Sisto di Via Vittoria 1 a Colognola di Bergamo il 26/5 con inizio alle ore 8,30. La partecipazione è gratuita. Relatori saranno gli esperti Dr. Luigi Reale e Dr.ssa Eliana Guerra, invitati dalla stomaterapista del Papa Giovanni XXIII Viviana Melis.

Bergamo si illumina di viola

19 maggio 2018: Porta San Giacomo a Bergamo, la Rotonda di San Tomè di Almenno San Bartolomeo, la Basilica Romanica di Santa Giulia di Bonate Sotto, il Monumento ai Caduti di Brusaporto e la Chiesa di San Michele di Chiuduno si tingono di viola. Giornata Mondiale delle Malattie Infiammatorie Croniche dell'Intestino: monumenti viola in 40 città, un convegno con i massimi esperti italiani e campagna social per comunicare meglio con i medici #VorreiCheIlMioMedicoSapesseChe

prof salute 2018 250px

Sfoglia Il professionista della salute su Issuu

prof citta 2018 250px

Sfoglia Il professionista della tua città su Issuu