Test in farmacia da quello di gravidanza alla pressione oculare

test farmacia

Sono molti i test che oggi si possono comprare e fare a casa o eseguire in farmacia per tenere sotto controllo la propria condizione di salute e benessere. Parlare di farmacia, oggi, non significa occuparsi solo di farmaci: la nostra salute, il nostro benessere passano anche attraverso controlli, verifiche, test. Per quanto riguarda questi ultimi, a margine di quelli standard come la verifica dei parametri sanguigni (colesterolo, glicemia etc.) annoverati nelle cosiddette analisi di prima istanza, esiste un’ormai infinita offerta di test di vario tipo disponibili in farmacia. Scopriamo quali sono i principali con il dottor Stefano Fumagalli, farmacista, Consigliere dell'Ordine dei farmacisti della Provincia di Bergamo.

Dottor Fumagalli, quali sono i test oggi disponibili in farmacia?
Ormai c'è la possibilità di testare quasi qualunque cosa, sia a domicilio sia in farmacia avvalendosi dell'aiuto di un farmacista. Potremmo iniziare con una distinzione: possiamo parlare di test che si possono eseguire in farmacia e altri che si possono acquistare ed eseguire a casa. Ad esempio, è possibile acquistare test di gravidanza, arcinoti a tutti, per determinare se la paziente sia o meno in dolce attesa, o test sulla menopausa, per capire quale "stagione della vita" la donna stia vivendo, interpretando le eventuali avvisaglie dell'organismo. Un tipo particolare di test, che si svolge interpretando il risultato in funzione delle attese, permette invece ad esempio di determinare quali siano i giorni più fecondi del mese, offrendo una doppia funzionalità (con ovvia cautela statistica), per chi è alla ricerca di un figlio, ma anche come sistema anticoncezionale non invasivo. Possiamo poi parlare di numerosi altri test, anche se si rischia di produrre un semplice elenco di possibilità. Faremo solo alcuni esempi: test per la determinazione dell'intolleranza al glutine (celiachia) su sangue; test per la determinazione della presenza di Helicobacter Pylori, eseguibile sulle feci; verifica di infezioni e altri parametri sulle urine. Una novità è un test che permette alle donne di stabilire se il loro disturbo vaginale dipende da un’infezione batterica oppure da un’infezione micotica. La maggior parte dei test che si eseguono con kit appositi e danno risultati immediati, sono eseguibili in ambito domiciliare, ma è sempre possibile avvalersi della consulenza del farmacista, fino a dove esso sia competente, per la corretta esecuzione dello stesso.

Esistono anche test sulle droghe?
Naturalmente. Diversi test, eseguibili sulle urine, permettono di identificare l'eventuale presenza di cataboliti delle droghe più comuni: cannabinoidi, cocaina... e così via.

Questo per quanto riguarda i test a uso domiciliare: cosa si può fare invece in farmacia?
Quello che si può fare in farmacia è altrettanto vasto: potremmo iniziare dai test sulle intolleranze alimentari, citando semplicemente i più comuni e famosi. Alcuni di essi rientrano nell'ambito di prodotti che il paziente potrebbe gestire autonomamente (almeno nella fase dell'acquisizione del campione, per esempio): ciò che rende necessario avere assistenza è l'interpretazione dei risultati e l'approccio alla fase successiva all'interpretazione. È il caso, ad esempio, dello York test, forse il più noto test sulle intolleranze alimentari. Si esegue su un campione di sangue capillare, facilmente prelevabile con il kit in dotazione (pungidito, tampone per la raccolta di sangue etc). Il sangue viene poi analizzato secondo la metodica "Elisa" da un laboratorio professionale, fornendo una panoramica abbastanza ampia sulle eventuali intolleranze. Al campione è necessario allegare un questionario, modello intervista, sulle abitudini alimentari del paziente, che permette a un esperto qualificato di elaborare una proposta di dieta adatta ad evitare contatto con l'alimento o gli alimenti a cui ci si è scoperti intolleranti. Questo è il più noto, ma ne esistono molti altri che permettono di identificare allergeni anche non alimentari e migliorare la qualità della vita di noi tutti. Tra gli ultimi nati, infine, c’è il test che consente di misurare la pressione oculare, indice di un’importante patologia nota come glaucoma che, se non adeguatamente curata, potrebbe condurre alla cecità.

E per quanto riguarda la pelle?
In questo caso si è a cavallo fra salute e benessere, fra equilibrio e bellezza... C’è ad esempio, il test sulla pelle, eseguito attraverso uno strumento che determina il Ph, il grado di idratazione; un’indagine ecografica che determina lo spessore degli strati della pelle, permettendo di capire, al di là dell'età, il grado di invecchiamento della pelle, valutando l'elasticità e la presenza di collagene.

COME “STA” L’ACQUA DEL TUO RUBINETTO?
In commercio si trovano anche kit pronti per l'analisi dell'acqua, per verificare la composizione dell'acqua potabile eseguibili a domicilio, per determinare la presenza di alcuni sali disciolti nell'acqua. Questo tipo di test è eseguibile anche attraverso la farmacia, che si avvale di laboratori convenzionati: in questo caso, l'analisi sarà ovviamente più approfondita.

ANCHE PER LE OSSA
In farmacia è possibile eseguire anche la MOC (sul piede), esame che misura lo stato delle ossa attraverso la densitometria ossea, cioè la misurazione della densità delle ossa, un indice di invecchiamento dello scheletro che, con il passare del tempo, si impoverisce di sali di calcio, rendendo le ossa stesse più fragili ed esposte a fratture. Si tratta di un esame che andrebbe eseguito su più parti del corpo: in farmacia viene eseguito solamente sul piede, dando comunque un’idea delle condizioni dello scheletro.

a cura di VIOLA COMPOSTELLA
in collaborazione con DOTT. STEFANO FUMAGALLI
Farmacista
- CONSIGLIERE DELL’ORDINE DEI FARMACISTI DI BERGAMO -

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più