Pomodoro, peccato non mangiarlo!

Pomodoro, peccato non mangiarlo!

Ricco di acqua, potassio, vitamine e antiossidanti, contrasta la ritenzione, rallenta l’invecchiamento e riattiva il metabolismo.
Cotto, crudo, in insalata. Rotondo, affusolato o ciliegino. Non importa come. L’importante è mangiarlo. Già, perchè il pomodoro è un vero concentrato di benefici per il nostro organismo e la nostra salute.

Non a caso è il re dei piatti estivi e della cucina mediterranea (ogni anno ne mangiamo mediamente una cinquantina di chili a testa, sia in insalata sia sotto forma di sugo), al punto che all’Expo che si sta svolgendo a Milano, gli è stata dedicata da poco un’intera settimana tra appuntamenti culinari, eventi e convegni.

1.I migliori? Quelli d’agosto
«I pomodori sono bacche carnose di una pianta solanacea originaria dell’America Latina» spiega la dottoressa Marianna Messa, biologa nutrizionista. Hanno caratteristiche molto diverse a seconda delle varietà, sia per quanto riguarda, il colore, la forma, le dimensioni e le caratteristiche del sapore. Nonostante quelle rosse siano le uniche presenti in commercio, le bacche del pomodoro possono assumere colorazioni differenti (bianche, gialle, rosa, arancioni, verdi anche a maturazione, e persino violacee). «La stagionalità del prodotto va da maggio a settembre, e anche se ormai si trova tutto l’anno, i migliori sono quelli d’agosto».

2.Tante virtù in solo 19 Kcalorie per 100 grammi
I pomodori sono ricchi d’acqua, che ne costituisce oltre il 94%. «I carboidrati rappresentano quasi il 3%, mentre le proteine sono calcolate intorno all’1,2%, le fibre all’1% e, da ultimo, i grassi rappresentano solamente lo 0,2%» spiega la dottoressa Messa. «Per questo, 100 grammi di pomodoro fresco apportano solamente 19 Kilocalorie adattandosi perciò alle “moderne” diete ipocaloriche». Il rapporto tra elevato contenuto di acqua e basso tenore di zuccheri inoltre fa sì che il pomodoro apporti poca energia, ma di pronto utilizzo.

3.Rosso anti-age
«I pomodori contengono buoni quantitativi vitaminici: vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina D e, soprattutto, vitamina E e carotenoidi, che assicurano al pomodoro le note proprietà antiossidanti e vitaminizzanti» continua la biologa. Tra i carotenoidi, oltre al betacarotene (noto per la sua azione protettiva dai danni dei raggi UV), spicca in particolare il licopene, sostanza riscoperta negli ultimi anni. «Il licopene, a cui il pomodoro deve il suo colore rosso, è un potente antiossidante: combatte i radicali liberi, rallentando l’invecchiamento dell’organismo, aumenta il colesterolo buono, riducendo i trigliceridi e il colesterolo cattivo. Nell’uomo sembrerebbe ridurre il rischio di tumore alla prostata. L’organismo umano non è in grado di sintetizzarlo, l’unico modo di assumerlo è tramite l’alimentazione». Alcune ricerche hanno dimostrato che la disponibilità di questa sostanza aumenta considerevolmente dopo la cottura e quindi se il pomodoro viene consumato sotto forma di salsa o concentrato di pomodoro.

4.Un pieno di minerali
Non solo vitamine. Il pomodoro è anche una miniera di minerali: potassio, ferro, zinco, selenio, fosforo e calcio associati a citrati, tartrati e nitrati. «Queste sostanze agiscono in sinergia assicurando proprietà rimineralizzanti e antiradicaliche» sottolinea la dottoressa Messa.

«Buono anche il contenuto di acidi organici, quali malico, citrico, succinico e gluteninico, utili per favorire la digestione».

5.Amico della linea
E le proprietà benefiche del pomodoro non sono ancora finite. «Noto per la sua spiccata capacità di stimolare la diuresi (proprietà diuretica), l’ortaggio è anche un ottimo rinfrescante e depurativo, utile a eliminare le scorie in eccesso e a contrastare problemi di ritenzione idrica e cellulite». Infine le fibre, concentrate nella buccia, stimolano la motilità intestinale, aiutando a migliorare problemi di stipsi e intestino pigro, mentre la pectina, presente in buone quantità, ostacola l’assorbimento di grassi e accelera il metabolismo.

6.Contro acne e rughe
Le proprietà del pomodoro vengono sfruttate anche nella cosmesi: per esempio, applicando sulla pelle delle mani un composto preparato mescolando il succo di pomodoro con glicerina e sale, queste risulteranno più morbide e levigate. «Molte maschere di bellezza sono formulate con estratti di pomodoro, utili per le loro proprietà nutrienti, rassodanti e tonificanti. Il licopene e le vitamine agiscono contro i segni del tempo, mentre la vitamina A contribuisce a riparare la pelle danneggiata» aggiunge l’esperta. «Da ultimo, creme e lozioni al pomodoro aiutano anche ad alleviare l’acne».

Il succo o il centrifugato di pomodoro, assunti come bevanda, si prestano al naturale o con l’aggiunta di vari ingredienti a essere serviti come aperitivo o a merenda

Informazioni nutrizionali
valori riferitI 100g di alimento crudo maturo.
Da tabelle di composizione degli alimenti (INRAN).
Kcal 19 
Proteine (g) 1.2
Lipidi (g) 0.2
Zuccheri (g) 3.5
Acqua (g) 94
Fibra (g) 1

a cura di MARIA CASTELLANO
a collaborarto la DOTT.SSA MARIANNA MESSA
Biologa Nutrizionista

Questo sito utilizza cookie

propri e di terze parti, per il funzionamento e la raccolta di dati anonimi sulle visite. Proseguendo si accetta l'uso dei cookie. Per dettagli e rifiuto dei cookie clicca qui

Approvo
Non mostrare più